Giochi per bambini 0-3 anni

Oggi parleremo di alcune attività che saranno molto importanti per te e il tuo bambino. Nell’articolo affronteremo e descriveremo alcuni giochi per bambini 0-3 anni.

Il gioco è fondamentale per i bambini, infatti attraverso il gioco testano i propri limiti, le proprie competenze, fanno nuove scoperte e più in generale conoscono il mondo.

Attraverso il gioco conoscono se stessi ma anche gli altri.

Collegata all’importanza del fare e del giocare troviamo anche il ruolo importantissimo della gestione della noia o per meglio definire la “non” gestione della noia grazie alla quale si aprono immense porte verso la fantasia e l’elaborazione delle emozioni come la frustrazione e lo sconforto.

music-818459_1920.jpg

I giochi sono tutti uguali?

Naturalmente no.

Ogni gioco è diverso, non solo in quanto a forma e colore ma anche a difficoltà e competenze.
Se compri un gioco al negozio di giocattoli noterai che è riportata l’età per poter giocare.

La definizione di quell’età è data dalla complessità del gioco ma anche dalla possibilità di ingerire o meno alcuni pezzi mobili del gioco.
I bambini molto piccoli hanno la tendenza a mettere tutto in bocca, sia per conoscere che per necessità di scaricare la tensione dovuta alla prima dentizione.

È bene rispettare l’età consigliata per ogni gioco: chiaramente se in casa avete due bambini di età diverse e il piccolo gioca con il grande non è severamente vietato, ci vuole solo un po’ di accortezza e vigilanza sui pezzi piccolini. In questo caso è necessario conoscere bene le manovre di disostruzione.

Verificate sempre la presenza del marchio “CE” presente in etichetta, quello segnala che il giocattolo è conforme alle norme di sicurezza europee.
Non prendete giocattoli in luoghi non sicuri, potrebbero non essere a norma e contenere materiali tossici.

Attività all’aperto

child-871845_1920.jpg

Durante la bella stagione è più semplice decidere di uscire all’aperto, andare al parco giochi e trovare delle attività da svolgere.
Anche in città è facile trovare parchi dove poter giocare con la palla o sdraiarsi sul prato a chiacchierare.
Importante il contatto con la natura, camminare a piedi scalzi nel prato e osservare quello che la natura ci regala.
La natura non fa distinzioni tra giochi per bambini 0-3 anni o superiori, la natura è aperta a tutti.

Durante le stagioni di pioggia o fredde difficilmente la vita all’aperto è tra le scelte quotidiane, ma delle belle passeggiate anche in inverno hanno tanti vantaggi.
Giocare nelle pozzanghere, nella neve e studiare il cambio del clima dovuto alle stagioni che passano, la stessa esposizione al freddo che ha una quantità di vantaggi per il nostro benessere.
Il consiglio è sempre quello di vivere all’aria aperta  anche nelle stagioni più rigide.

Giochi da fare in casa

In casa invece è un po’ più difficile trovare delle attività da fare, soprattutto se il tempo da occupare è lungo.

Come dicevamo è importante trovare dei giochi per bambini 0-3 anni per aiutarlo a consolidare e ampliare le proprie conoscenze e esperienze.

I bambini iniziano prestissimo a giocare con tutto quello che li circonda, per curiosità cercano di prendere tutto e di portarlo alla bocca, lanciarlo o semplicemente ignorarlo.

Vediamo insieme i giochi principali che possiamo consigliare ai nostri bambini suddivisi in 2 fasce d’età:

0-1 anno
1-3 anni

0-1 anno

In questa fase il bambino sta iniziano a studiare il mondo esterno e lo fa in modo molto semplice, i giochi troppo caotici e troppo organizzati non gli permettono di focalizzare la sua attenzione e il rischio è quello di finire in un eccesso di stimoli e finire per agitarsi eccessivamente e scaricare la tensione piangendo.

Nel primissimo periodo di vita il bambino necessita di contatto e di affetto, i giocattoli serviranno a poco, bisogna aspettare un po’ prima di avere dal bambino una risposta al gioco.

Man mano che il bambino cresce aumenta l’interazione, inizia a prendere i giochi con le mani e portarli alla bocca, si incuriosisce dalle cose colorate e luccicanti, inizia a studiare il proprio corpo quindi si guarda le mani e i piedi e se li porta alla bocca.

Un bambino sotto l’anno d’età è attratto da tutto quindi trovare giochi da proporre è semplice.

Oltre che libretti morbidi e pupazzetti ci sono due giochi che si possono fare tranquillamente in casa come ad esempio il gioco del Cucù, il cestino dei tesori, palline..

girl-3690344_1920.jpg


Il cestino dei tesori è un’attività molto praticata, si tratta di riempire un cestino di vimini con particolari oggetti di uso comune realizzati con vari materiali come ad esempio:

Legno, metallo, sughero, conchiglie, spugne naturali, pigne, carta di varie tipologie e forme, pietre, stoffe di varie consistenze ecc.

Solitamente si evita di inserire oggetti in plastica.

Insomma, l’obiettivo è stimolare i 5 sensi, il bambino deve avere la possibilità di esplorare con tutto il corpo gli oggetti presenti nel cestino.

Quello che si vuole ottenere è che il bambino si metta a manipolare, conoscere, sperimentare le varie forme e consistenze, ma anche a riuscire a stare in una posizione seduta che permetta di fare tutto questo.

Oltre a questo è importante anche stimolarlo dal punto di vista fisico, spronarlo a muoversi e a imparare a gattonare con l’utilizzo di palline, oggetti da nascondere, rotolarsi..

Un pupazzetto come migliore amico è sicuramente tra i regali migliori da fare ad un bambino di quest’età, un compagno di viaggi da portare sempre con sé.

1-3 anni

Man mano che il bambino inizia a crescere e via via diventa sempre più autonomo, le attività diventano un po’ più strutturate.

La soddisfazione nella riuscita di un’attività, di un gioco è molto importante e quindi anche in questo caso è bene scegliere delle attività specifiche.

No riempite il tappeto di giochi altrimenti, anche in questo caso, passerò da un gioco all’altro senza soffermarsi su nulla.

building-674828_1920.jpg

Vediamo insieme le attività che possiamo svolgere in casa:

  • torri
  • piramidi
  • costruzioni di grandi dimensioni- medie- piccole 
  • pasta di pane (con o senza colorante alimentare)
  • pasta di sale
  • didò
  • pastelli a cera
  • pastelli
  • pennarelli
  • tempere per bambini
  • acquerelli
  • gioco dei travestimenti
  • nascondino
  • cucinare dei biscotti
  • il gioco degli incastri
  • travasi (con vari materiali, consistenze e oggetti)
  • ….

Insomma c’è da sbizzarrirsi.

Chiaramente prestare sempre attenzione al bambino mentre svolge un’attività, assicurarsi che non ingerisca nulla. Se, come detto prima, è un bambino che mette ancora molto gli oggetti in bocca è bene attendere un po’ a farlo giocare con la pasta di pane e le tempere.

Ogni gioco ha la sua valenza e il suo obiettivo.

Nei prossimi articoli ti spiegherò quelli principali relativi ai giochi per bambini 0-3 anni.

Nella guida scaricabile gratuitamente qui sotto, ti darò degli spunti su cosa inserire nel cestino dei tesori.