fbpx

Agrinido: un approccio naturale per la prima educazione?

di Claudia Denti, Marzo 18, 2024

L’educazione dei bambini è un tema che sta particolarmente a cuore ai genitori moderni, i quali sono sempre alla ricerca di alternative che possano coniugare apprendimento e benessere dei piccoli. In questo contesto si inserisce la figura dell’agrinido, una realtà ibrida tra il nido tradizionale e l’asilo nel bosco. Vediamo insieme qualche dettaglio di queste strutture.

Che cos’è un agriasilo?

Un agrinido, noto anche come agriasilo, è una tipologia di asilo nido che ha la particolarità di essere situato in un ambiente rurale o comunque a stretto contatto con la natura. La filosofia che sta alla base di questa scelta è quella di permettere ai bambini di crescere e svilupparsi in un ambiente più naturale, incentivando l’apprendimento attraverso il gioco all’aperto e il contatto diretto con gli animali e le piante. Questo tipo di struttura educativa, dunque, non è solo un luogo di custodia, ma un vero e proprio spazio educativo che fa della natura il suo punto di forza.

In alcuni agrinidi, i bambini hanno la possibilità di partecipare a attività pratiche che riguardano la vita rurale, come la cura dell’orto, la raccolta dei frutti, la conoscenza delle piante e degli animali. L’idea è che queste esperienze offrano non solo un apprendimento empirico, ma stimolino anche la creatività, la responsabilità e l’autonomia dei piccoli, oltre a promuovere uno stile di vita sano e rispettoso dell’ambiente.

Questo tipo di ambienti sono privilegiati per scuole alternative come le Steineriane, per esempio.

Quanto costa un agrinido?

Il costo per frequentare un agrinido può variare significativamente in base a diversi fattori, come la posizione geografica, le attività offerte (come per esempio l’insegnamento Gordon della musica) e le strutture disponibili. In generale, i costi possono essere paragonabili o leggermente superiori a quelli di un asilo nido tradizionale, questo perché la gestione di uno spazio in campagna e la cura degli animali e delle piante possono richiedere risorse aggiuntive. Inoltre, alcuni agrinidi potrebbero offrire programmi alimentari basati su prodotti biologici e a km 0, il che può influire sul costo finale.

È importante, tuttavia, considerare che il valore aggiunto di un agrinido non si misura solo in termini economici, ma anche nel beneficio che l’esperienza può apportare al benessere fisico e psicologico del bambino. Inoltre, alcune strutture possono proporre tariffe agevolate o applicare sconti per fratelli, oltre a potersi avvalere di contributi pubblici o privati che possono alleggerire il carico economico per le famiglie.

Cosa serve per aprire un asilo nido in casa?

Aprire un asilo nido in casa, e in particolare un agrinido, richiede non solo una grande passione per l’infanzia e per la natura, ma anche una serie di requisiti e adempimenti che garantiscono la sicurezza e la qualità dell’istruzione offerta. Innanzitutto, è necessario conformarsi alle normative vigenti in materia di asili nido, che riguardano gli spazi fisici, l’igiene, la sicurezza e il personale educativo. Per un agrinido, inoltre, è fondamentale che la casa e il terreno circostante siano adeguati a ospitare attività per bambini e che siano presenti spazi verdi idonei.

È essenziale avere un progetto educativo solido e coerente, che metta in luce gli obiettivi e le metodologie adottate nell’ambito dell’educazione naturale. Ciò richiede la presenza di educatori qualificati e specializzati in pedagogia all’aperto, nella sicurezza e nella prima infanzia. Inoltre, è necessario rispettare tutti i criteri sanitari e ottenere le autorizzazioni dalle autorità competenti, un processo che richiederà tempo e risorse.

Non farti scoraggiare, comunque: questa è una procedura che riguarderebbe ogni tipo di attività simile. È semplicemente il percorso che bisogna… percorrere!

Noi siamo con te.

Se abbiamo scoperto che l’agrinido rappresenta una scelta educativa di grande impatto per i più piccoli, un investimento sul loro futuro e sulla loro salute psicofisica, noi genitori che desideriamo per i nostri figli un’esperienza di vita fantastica, dobbiamo continuare a formarci anche per migliorare come genitori. Noi di Genitore Informato ti supportiamo in questo viaggio con guide, corsi e consulenze personalizzate, che puoi richiedere quando hai un problema che non riesci a risolvere per conto tuo.

Ricorda, in questo viaggio siamo insieme, non sarete mai soli.

Dott.ssa Claudia Denti

Esperta di Educazione, Sonno e Gestione del bambino. Laureata in Scienze dell'Educazione e Formazione, si occupa di aiutare i genitori a crescere bambini sani e felici secondo principi validati dalla comunità scientifica. Fondatrice di Genitore Informato e ideatrice del metodo Sonno Felice - certificata Sonno Sicuro e Primo Soccorso Pediatrico - supporta i genitori nel loro viaggio dal 2014.

Dott. Severino Cirillo

Esperto di Salute, Benessere ed Educazione. Laureato in Community Health, è il CEO di Genitore Informato e si occupa di validare l'informazione scientifica del blog e coordinare il team di esperti della redazione, composto da ginecologi, ostetriche, psicoterapeuti e altre figure del benessere e della salute in gravidanza, perinatale e genitoriale.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}