fbpx

Aree Anecogene: Come Capire il Referto?

di Severino Cirillo, Maggio 17, 2024

Hai trovato scritto in un referto aree anecogene e non sai bene cosa vuol dire?

In questo articolo parliamo di cosa sono le aree anecogene, cosa vogliono dire le aree ipoecogene, cos’è una cisti ovarica anecogena, quando le cisti sono pericolose e perché è importante che sia il medico a leggere e spiegare il referto.

Cosa sono le aree anecogene?

Nel campo della diagnostica per immagini, il termine “anecogena” è comunemente utilizzato per descrivere le strutture anatomiche che non producono echi durante un esame ecografico.

Uno dei principi fondamentali dell’ecografia è la capacità di distinguere tra tessuti diversi basandosi sulla variazione di densità acustica, che produce echi diversi.

Quando un’area non produce echi, ovvero è ‘anecogena’, è spesso indicativa di una struttura piena di liquido, come un vaso sanguigno, una cisti o una lesione fluida.

L’opposto di un’area anecogena è una formazione iperecogena.

Ecco una tabella delle aree anecogene più comuni e il loro livello di pericolo:

Area AnecogenaLivello di Pericolo
Cisti ovaricheBasso
Cisti renaliBasso
Cisti epaticheBasso
Cisti pancreaticheBasso
Cisti tiroideeBasso
Cisti mammarieBasso
Idrope fetaleVariabile

È importante notare che il livello di pericolo dipende da diversi fattori, inclusa la dimensione, la posizione e i sintomi associati all’area anecogena.

Si consiglia sempre di parlare con il tuo medico per una valutazione accurata e per determinare, quando serve, il percorso di trattamento appropriato.

Cosa vuol dire Area Ipoecogena?

Il termine “ipoecogeno” è un altro termine ecografico che indica una zona che produce un’eco relativamente bassa o debole rispetto ai tessuti circostanti.

Un’area ipoecogena è solitamente più scura su un’immagine ecografica.

Questo può essere dovuto a diverse ragioni, come la presenza di tessuto adiposo, una lesione piena di liquido o un tessuto infiammato.

In alcuni casi, possono essere anche delle formazioni pericolose, come alcuni tipi di noduli o tumori.

Anche in questo caso, il livello di pericolo può variare in base a diversi fattori come dimensione, forma, sintomi associati e altre caratteristiche specifiche dell’area ipoecogena.

Si consiglia sempre di consultare un medico per una valutazione accurata e per determinare il percorso di trattamento appropriato.

Tuttavia, la determinazione dell’ipoecogenicità di un’area è soggettiva e dipende dall’esperienza e dal giudizio del radiologo.

Cosa significa cisti ovarica anecogena?

Una cisti ovarica anecogena è una formazione piena di liquido nell’ovaio che non produce echi su un’immagine ecografica.

Questo significa che l’immagine della cisti apparirà più scura rispetto ai tessuti circostanti.

Le cisti ovariche come aree anecogene sono generalmente benigne e possono essere il risultato di varie condizioni, come l’endometriosi, l’ovulazione o un disturbo ormonale.

In ogni caso, la valutazione migliore la può fare il medico che ti visiterà e non possiamo basarci solamente sulla teoria.

Aree anecogene

Quando le cisti ovariche sono pericolose?

La maggior parte delle cisti ovariche sono innocue e non causano sintomi.

Tuttavia, in alcuni casi, le cisti ovariche possono diventare pericolose.

Ad esempio, se una cisti cresce troppo, può rompersi, causando dolore intenso e sanguinamento interno.

Inoltre, alcune cisti ovariche possono interferire con la fertilità e aumentare il rischio di cancro ovarico.

Pertanto, è importante monitorare regolarmente le cisti ovariche e seguire il consiglio del medico sul trattamento più appropriato.

Inoltre, potrebbe esserci la possibilità di ovaio policistico, una situazione che può causare moltissimi problemi.

Che differenza c’è tra Ipoecogeno e Iperecogena?

Mentre un’area ipoecogena produce un’eco debole o bassa, un’area iperecogena, al contrario, produce un’eco forte o elevata.

Questo significa che un’area iperecogena apparirà più chiara su un’immagine ecografica.

Le aree iperecogene possono indicare la presenza di calcificazioni, tessuto osseo o altre strutture dense.

Come per l’ipoecogenicità, la determinazione dell’iperecogenicità di un’area è soggettiva e dipende dal giudizio del radiologo.

Perché è importante che sia il medico a leggere il referto.

Ci teniamo, una volta di più a sottolineare questo fatto che potrebbe sembrare ovvio, ma non lo è: per quanto possiamo informarci bene online e per quanto la nostra fonte possa essere fidata, c’è un motivo per cui diventare medico richiede così tanti anni di studio e di pratica.

La cosa migliore è sfruttare questa esperienza e non improvvisarsi esperti, perché dietro ad ogni briciolo di conoscenza, ci sono milioni di dettagli che non conosciamo… e che invece l’esperto conosce.

Per cui, anche per una cosa abbastanza semplice come capire cosa sono le aree anecogene, la cosa migliore è affidarsi al medico, di persona.

Noi siamo con te.

Noi di Genitore Informato comprendiamo quanto possa essere difficile navigare attraverso il viaggio della gravidanza e della genitorialità e come anche le piccole cose possano causare difficoltà.

Il nostro obiettivo è di semplificare la terminologia medica e fornire informazioni chiare e precise per aiutarti a prendere decisioni informate sulla tua salute e quella dei tuoi bambini.

Offriamo guide, corsi e consulenze personalizzate per rispondere alle tue domande e preoccupazioni.

Siamo qui per te, pronti ad offrire supporto e orientamento ogni volta che ne hai bisogno. Ricorda, non sei sola.

Sei parte di una comunità di persone che si preoccupano e che sono qui per aiutarti.

Fonti

Harris RD, Simpson WA, Pet LR, Marin-Padilla M, Crow HC. Placental hypoechoic-anechoic areas and infarction: sonographic-pathologic correlation. Radiology. 1990 Jul;176(1):75-80. doi: 10.1148/radiology.176.1.2191373. PMID: 2191373.

Dott.ssa Claudia Denti

Esperta di Educazione, Sonno e Gestione del bambino. Laureata in Scienze dell'Educazione e Formazione, si occupa di aiutare i genitori a crescere bambini sani e felici secondo principi validati dalla comunità scientifica. Fondatrice di Genitore Informato e ideatrice del metodo Sonno Felice - certificata Sonno Sicuro e Primo Soccorso Pediatrico - supporta i genitori nel loro viaggio dal 2014.

Dott. Severino Cirillo

Esperto di Salute, Benessere ed Educazione. Laureato in Community Health, è il CEO di Genitore Informato e si occupa di validare l'informazione scientifica del blog e coordinare il team di esperti della redazione, composto da ginecologi, ostetriche, psicoterapeuti e altre figure del benessere e della salute in gravidanza, perinatale e genitoriale.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}