fbpx

Bambino bipolare: Come lo capisco?

di Chiara Fabbiano - Psicologa, Giugno 28, 2024

È sempre faticoso parlare di alcuni temi: la psicopatologia nell’infanzia e adolescenza è uno di questi.

È comprensibile, nessun genitore vorrebbe sentirsi dire che ha un bambino bipolare o con un altro disturbo psichiatrico.

In questo articolo vediamo come gestire la situazione se scopri che tuo figlio ha un disturbo dello spettro bipolare.

Cosa faccio se ho un bambino bipolare?

Sono situazioni estremamente delicate quelle in cui i bambini mostrano comportamenti e manifestazioni emotive intense e, giustamente, per un genitore è difficile prendere consapevolezza del fatto che il proprio figlio o la propria figlia potrebbero avere bisogno di un intervento terapeutico. 

È molto importante però, abbattere i tabù e la stigmatizzazione dei disturbi mentali perché spesso questi, non rappresentano “solo” sorgente di sofferenza per il ragazzo e la sua famiglia, ma sono anche responsabili di diffidenza, diagnosi ritardate e poca consapevolezza della malattia.  

Proprio per questo dobbiamo parlare di disturbi dello spettro bipolare nei bambini e negli adolescenti.

Nei bambini, la diagnosi di questo disturbo è molto rara, perché normalmente è molto più probabile che i sintomi si manifestino durante l’adolescenza.

Cosa sono i disturbi dello spettro bipolare e perché se ne soffre?

Gli studi sembrano suggerire che, alla base dello sviluppo del disturbo bipolare, ci sia una predisposizione genetica che può essere favorita da fattori di rischio ambientali (come periodi di forte stress, fattori socio educativi, episodi traumatici) o emergere senza apparenti cause.

Questo non significa che chi ha una storia familiare di disturbo finisca per sviluppare il disturbo stesso, così come, al contrario, non è detto che chi non ne abbia familiarità, non possa soffrirne. 

Inoltre, più recentemente, sono diverse le ricerche che hanno associato al BPSD anomalie strutturali e funzionali nelle regioni cerebrali responsabili dell’elaborazione emotiva e del controllo emotivo.

Nello specifico, i risultati dimostrano un’iperattività dell’amigdala, quell’organo del nostro cervello che si occupa di regolare le nostre emozioni, in risposta a stimoli negativi.

bambino bipolare

Quali sono i sintomi e i campanelli d’allarme?

Il disturbo bipolare è caratterizzato da episodi ricorrenti di elevato umore: potrebbe succedere che tuo figlio o figlia alterni episodi maniacali (caratterizzati da eccitazione e/o euforia) ad episodi depressivi (umore depresso, perdita di interesse e di piacere per quasi tutte le attività).

Durante un episodio maniacale, l’umore può essere sia molto positivo che molto irritabile e i due mood spesso si alternano secondo le circostanze sociali. 

Inoltre, la capacità di giudizio può essere gravemente alterata, e gli adolescenti possono assumere comportamenti rischiosi come ad esempio avere rapporti sessuali promiscui, guidare imprudentemente e/o abusare di sostanze stupefacenti e alcool. 

L’insorgenza è ingannevole, proprio per i repentini cambi di umore e la presenza di modalità diverse fra loro e, i bambini, presentano spesso un’anamnesi in cui il temperamento è sempre stato imprevedibile e difficile da trattare.

Come posso aiutarlo?

Sappi che non sarai tu a doverti e a poterti fare carico della cura di tuo figlio o figlia, perché, come tutti i disturbi, anche quelli mentali, non passano da soli e necessitano di essere visti e curati da professionisti capaci.

Nello specifico, la cura del disturbo bipolare si concentra principalmente nel cercare di stabilizzare il tono dell’umore del paziente, sarà quindi il medico a riconoscere sintomi precoci di ricaduta e ad agire prontamente attraverso la terapia farmacologica. 

Proprio perchè è grazie alla cura farmacologica e al rapporto terapeutico fra ragazzo e medico che il distubo si cura, è fondamentale trovare un professionista competente, di cui tu e soprattutto tuo figlio o figlia si fidi. 

Un altro aspetto da non trascurare nella cura del disturbo bipolare è la psicoeducazione ovvero quel percorso educativo che accompagni il paziente e i suoi genitori nel percorso di conoscenza del disturbo, per sapere quali strategie adottare, quando chiedere aiuto al proprio medico, quali sintomi monitorare per favorire il miglioramento della propria quotidianità.

Quanto è importante la diagnosi precoce

L’illusione che prima o poi passi “da solo” mette i genitori nelle condizioni di aspettare e di non farsi carico, come dovrebbero, del malessere del proprio bambino, ma, appunto è solo un’illusione.

Non solo, una diagnosi precoce è fondamentale per massimizzare l’efficacia della terapia. 

In caso di diagnosi positiva, non spaventarti, sarà compito del professionista scelto stabilire la terapia più efficace per tuo figlio.

Noi siamo con te

Noi di Genitore Informato siamo al tuo fianco lungo tutto il percorso della genitorialità.

Ti supportiamo con i nostri percorsi e le nostre guide.

Inoltre, facciamo anche consulenze personalizzate se ne senti il bisogno.

Ricorda, noi siamo con te.

Fonti

1. https://books.google.it/books?hl=it&lr=&id=fiLoEAAAQBAJ&oi=fnd&pg=PA275&dq=BPSD+in+children+&ots=b-wcYtaetO&sig=D3x8fQBpr_hKK6nVzEGG_glpJ0g&redir_esc=y#v=onepage&q&f=false
2. American Psychiatric Association (2013). Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali – Quinta edizione. DSM-5. Tr.it. Raffaello Cortina, Milano, 2015.

Dott.ssa Claudia Denti

Esperta di Educazione, Sonno e Gestione del bambino. Laureata in Scienze dell'Educazione e Formazione, si occupa di aiutare i genitori a crescere bambini sani e felici secondo principi validati dalla comunità scientifica. Fondatrice di Genitore Informato e ideatrice del metodo Sonno Felice - certificata Sonno Sicuro e Primo Soccorso Pediatrico - supporta i genitori nel loro viaggio dal 2014.

Dott. Severino Cirillo

Esperto di Salute, Benessere ed Educazione. Laureato in Community Health, è il CEO di Genitore Informato e si occupa di validare l'informazione scientifica del blog e coordinare il team di esperti della redazione, composto da ginecologi, ostetriche, psicoterapeuti e altre figure del benessere e della salute in gravidanza, perinatale e genitoriale.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}