fbpx

Briglie amniotiche: cosa rischia il feto?

di Severino Cirillo, Luglio 3, 2023

Oggi parleremo di un problema che si può presentare durante la gravidanza, che però spesso è poco conosciuto: le briglie amniotiche. Queste fasce di tessuto possono formarsi durante la gravidanza e, in alcuni casi, possono causare serie complicazioni. Ecco tutto quello che dovete sapere.

Cosa sono le briglie amniotiche?

Le briglie amniotiche, anche conosciute come sindrome delle bande amniotiche, sono delle sottili fasce di tessuto che si formano all’interno del sacco amniotico durante la gravidanza. Queste bande possono avvolgersi attorno a qualsiasi parte del corpo del bambino in via di sviluppo, causando una serie di complicazioni che vanno da lievi a gravi o molto gravi.

Queste bande sono costituite da strati del sacco amniotico che si staccano e fluttuano nel liquido amniotico. Non c’è un motivo singolo per cui ciò avviene, ma alcune ricerche suggeriscono che possa essere legato a un trauma – magari dovuto a manovre invasive come il campionamento dei villi coriali – o a un danno al sacco amniotico.

Briglie amniotiche e rischio distacco della placenta.

Sebbene non esista un collegamento diretto tra le briglie amniotiche e il distacco della placenta, entrambe le condizioni possono risultare da un trauma o di un danno al sacco amniotico. Il distacco della placenta è una condizione grave, che richiede un intervento medico immediato, poiché può mettere a rischio sia la madre che il bambino. Se sospetti un distacco, senti immediatamente il tuo ginecologo o recati al pronto soccorso.

Quali sono le cause delle briglie amniotiche?

Le cause esatte delle briglie amniotiche non sono tuttora completamente comprese. Come abbiamo detto sopra, alcuni studi suggeriscono che potrebbero essere causate da un danno al sacco amniotico, come una rottura o un trauma. Alcuni ricercatori ritengono che le briglie possano formarsi a seguito di un intervento medico, come l’amniocentesi. Tuttavia, non essendoci ancora una risposta unitaria, la cosa migliore è concentrarsi su come limitare i danni che queste posssono causare.

briglie amniotiche

Cosa fare per le bande amniotiche?

Il trattamento per le bande amniotiche dipende dalla gravità della condizione. Se le bande non stanno causando problemi o complicazioni, potrebbe non essere necessario alcun intervento. Tuttavia, se le bande stanno causando restrizioni o deformazioni, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico poco invasivo.

Durante la gravidanza, gli ultrasuoni di routine possono aiutare a identificare le bande amniotiche. Se vengono identificate, il medico monitorerà attentamente la gravidanza per verificare eventuali complicazioni o cambiamenti. Se necessario, può essere eseguita una chirurgia fetale per rimuovere le bande.

Quali sono i rischi e le conseguenze delle bande amniotiche?

Le bande amniotiche possono causare una serie di complicazioni, a seconda di dove si trovano e di quanto strette sono. Queste complicazioni possono includere deformità fisiche, come dita o arti mancanti, restrizioni di crescita e, nei casi più gravi, la morte fetale.

Le bande possono anche causare problemi dopo la nascita, come difficoltà di movimento o problemi di sviluppo. Tuttavia, con il giusto intervento e sostegno, molti bambini con bande amniotiche possono vivere una vita sana e normale.

La cosa importante da tenere presente è essere sempre pronti all’intervento una volta che si ha l’informazione. Se scopri in ecografia che sono presenti le bande amniotiche, scegli insieme al tuo ginecologo il migliore percorso terapeutico se è necessario.

Noi siamo con te.

Noi di Genitore Informato siamo qui per fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno e per supportarti in ogni passo del tuo viaggio da genitore. Ci teniamo a te e alla felicità tua e dei tuoi bambini.

Oltre a fornire guide dettagliate e risorse affidabili, offriamo anche corsi e consulenze personalizzate per aiutarti a navigare in questa sfida. Ricorda, non sei sola in questo. Siamo qui per te, per fornirti il sostegno e le informazioni di cui hai bisogno per prendere le decisioni migliori per la tua famiglia.

Dott.ssa Claudia Denti

Esperta di Educazione, Sonno e Gestione del bambino. Laureata in Scienze dell'Educazione e Formazione, si occupa di aiutare i genitori a crescere bambini sani e felici secondo principi validati dalla comunità scientifica. Fondatrice di Genitore Informato e ideatrice del metodo Sonno Felice - certificata Sonno Sicuro e Primo Soccorso Pediatrico - supporta i genitori nel loro viaggio dal 2014.

Dott. Severino Cirillo

Esperto di Salute, Benessere ed Educazione. Laureato in Community Health, è il CEO di Genitore Informato e si occupa di validare l'informazione scientifica del blog e coordinare il team di esperti della redazione, composto da ginecologi, ostetriche, psicoterapeuti e altre figure del benessere e della salute in gravidanza, perinatale e genitoriale.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}