fbpx

Ciclo in Anticipo: cause, sintomi e soluzioni

di Severino Cirillo, Giugno 23, 2024

Avere il ciclo in anticipo può causare qualche preoccupazione, ma le mestruazioni anticipate non sempre sono un problema.

Vediamo insieme quali sono le cause, le conseguenze e le soluzioni per le mestruazioni in anticipo.

Cos’è il ciclo in anticipo?

Le mestruazioni in anticipo sono una condizione caratterizzata dall’accorciamento del periodo intermestruale.

Normalmente, il ciclo mestruale ha una durata media di 28 giorni, ma può variare dai 25 ai 36 giorni. Quando le mestruazioni si presentano con un anticipo di almeno 3 giorni rispetto alla norma, si parla di ciclo in anticipo.

Questo fenomeno può essere occasionale e non avere alcun significato clinico, oppure può indicare la presenza di un disordine del ciclo mestruale.

Cosa succede se hai le mestruazioni anticipate?

Le mestruazioni in anticipo comportano un accorciamento del periodo intermestruale, con flussi ravvicinati e un ritmo superiore ai cicli regolari.

In pratica, il flusso mestruale si ripresenta prima del superamento dei 23-25 giorni di distanza dal termine del precedente sanguinamento (saltando quasi completamente o accorciandole le varie fasi luteinica, ovulatoria e follicolare).

Quando questo fenomeno si protrae per più cicli successivi, si definisce come polimenorrea, ossia mestruazioni che si manifestano con un ritmo inferiore ai 24 giorni.

In alcuni casi, si parla di poli-ipermenorrea quando le mestruazioni sono non solo a distanza di tempo troppo breve, ma anche con un flusso più abbondante e di lunga durata.

ciclo in anticipo

Quali sono le cause delle mestruazioni in anticipo?

Le cause delle mestruazioni in anticipo sono molteplici e possono essere suddivise in cause non patologiche e patologiche, vediamole insieme in breve.

Cause non patologiche del ciclo anticipato

  1. Stress e stanchezza: lo stress e la stanchezza possono influenzare la regolarità del ciclo mestruale.
  2. Cambiamenti di stagione: le variazioni climatiche possono avere un impatto sul ciclo.
  3. Variazioni di peso: brusche variazioni di peso possono causare irregolarità mestruali.
  4. Assunzione di farmaci: alcuni farmaci possono interferire con il normale funzionamento del corpo.

Cause patologiche

  1. Disfunzioni endocrine: alterazioni dell’asse ipotalamo-ipofisi-ovaio, come deficit progestinico o iperproduzione di prolattina.
  2. Cicli anovulatori: mancanza di ovulazione con formazione di corpo luteo.
  3. Malattie dell’apparato riproduttivo: lesioni dell’endometrio, infiammazioni dell’utero, endometriosi, cisti ovariche, adenomiosi, neoplasie uterine e tumori ovarici.
  4. Malattie sistemiche: anemia, infezioni, processi neoplastici e altri disturbi debilitanti
  5. Fattori psicofisici: elevati livelli di stress cronico, attività fisica eccessiva, malnutrizione o lutto.

Come regolarizzare le mestruazioni?

Se le mestruazioni in anticipo rappresentano un evento sporadico, puoi stare tranquilla. In questi casi, è possibile adottare alcuni accorgimenti per migliorare la regolarità del ciclo mestruale, che sono fondamentalmente consigli utili per una vita sana.

Seguire una dieta equilibrata e ricca di nutrienti, fare esercizio fisico moderato, controllare lo stress e non eccedere con sostanze, lavoro o fatica.

Nei casi più gravi, invece, il medico potrebbe prescrivere una terapia farmacologica mirata per risolvere il problema, come per esempio una terapia ormonale (pillola o minipill) o assunzione di progesterone per via orale o vaginale a giorni fissi durante il ciclo.

In alcuni casi, la soluzione delle mestruazioni in anticipo può richiedere un intervento chirurgico, specialmente se causate da patologie specifiche come cisti ovariche o neoplasie uterine.

Quali sono le possibili complicazioni di un ciclo anticipato?

Le mestruazioni in anticipo di per sé non sono associate ad altri particolari disturbi fisici, ma possono comportare alcune complicazioni, soprattutto se ricorrenti:

Diagnosi e monitoraggio

Se le mestruazioni in anticipo si ripresentano insolitamente più volte nell’arco di diversi mesi, è consigliabile rivolgersi al proprio medico di base o al ginecologo per gli opportuni accertamenti diagnostici.

I più probabili esami che dovrai fare includono la misurazione dei livelli degli ormoni coinvolti nel ciclo mestruale (dosaggio ormonale), un’ecografia pelvica per verificare le condizioni dell’utero e delle ovaie e degli esami del sangue completi che escludano altre condizioni di salute.

Noi siamo con te.

Noi di Genitore Informato siamo con te lungo tutto il viaggio della genitorialità, dal periodo fertile, al preparto, alla vita con i bambini.

Ti supportiamo con le nostre guide e i nostri percorsi, e con consulenze personalizzate.

Ricorda, noi siamo al tuo fianco.

Fonti

Tatsumi T, Sampei M, Saito K, Honda Y, Okazaki Y, Arata N, Narumi K, Morisaki N, Ishikawa T, Narumi S. Age-Dependent and Seasonal Changes in Menstrual Cycle Length and Body Temperature Based on Big Data. Obstet Gynecol. 2020 Oct;136(4):666-674. doi: 10.1097/AOG.0000000000003910. PMID: 32925608; PMCID: PMC7505142.

Dott.ssa Claudia Denti

Esperta di Educazione, Sonno e Gestione del bambino. Laureata in Scienze dell'Educazione e Formazione, si occupa di aiutare i genitori a crescere bambini sani e felici secondo principi validati dalla comunità scientifica. Fondatrice di Genitore Informato e ideatrice del metodo Sonno Felice - certificata Sonno Sicuro e Primo Soccorso Pediatrico - supporta i genitori nel loro viaggio dal 2014.

Dott. Severino Cirillo

Esperto di Salute, Benessere ed Educazione. Laureato in Community Health, è il CEO di Genitore Informato e si occupa di validare l'informazione scientifica del blog e coordinare il team di esperti della redazione, composto da ginecologi, ostetriche, psicoterapeuti e altre figure del benessere e della salute in gravidanza, perinatale e genitoriale.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}