fbpx

Dicembre 18, 2023

Quando si tratta della salute orale dei nostri bambini, i denti storti bambino sono una delle preoccupazioni più comuni tra i genitori. Oggi ci immergeremo nel mondo dell’ortodonzia pediatrica, rispondendo ad alcune delle domande più frequenti e offrendo consigli su come affrontare e prevenire questo problema.

A cosa sono dovuti i denti storti bambino?

I denti storti, o malocclusione, possono avere diverse cause. In alcuni casi, sono dovuti a fattori genetici e ereditari; se i genitori hanno avuto denti storti, è possibile che anche i bambini possano sviluppare una simile condizione. Altre volte, possono essere il risultato di abitudini acquisite, come il succhiare il pollice, l’uso prolungato del ciuccio o la deglutizione atipica. Queste pratiche possono influenzare lo sviluppo della mascella e la posizione dei denti.

La crescita disarmonica delle ossa mascellari o del viso può anch’essa essere un fattore. In alcuni casi, la perdita prematura di denti decidui a causa di carie o traumi può portare a spostamenti nei denti permanenti, che cercano di occupare lo spazio lasciato vuoto. Anche la respirazione orale cronica può contribuire, in quanto altera la posizione della lingua e la pressione esercitata sui denti.

Come non far crescere i denti storti?

Prevenire i denti storti è talvolta possibile attraverso l’attenzione a certe abitudini nei bambini. È importante incoraggiare i bambini a smettere di succhiare il pollice o il ciuccio entro i primi anni di vita per evitare che la pressione costante modifichi la forma della mascella. Anche mantenere una buona igiene orale è essenziale per prevenire la perdita precoce di denti decidui o dolori ai dentini.

Inoltre, è raccomandabile effettuare visite regolari dal dentista per monitorare lo sviluppo dei denti e della mascella. Un odontoiatra può individuare segni precoci di problemi e, se necessario, indirizzare il bambino verso un ortodontista. Il trattamento tempestivo può prevenire o mitigare le complicazioni future.

denti storti bambino

Come si curano i denti storti?

Il trattamento dei denti storti, generalmente, è affidato all’ortodontista, lo specialista in grado di valutare la situazione e proporre il percorso correttivo più adatto. Esistono diverse soluzioni ortodontiche, dai tradizionali apparecchi metallici a quelli estetici in ceramica, fino alle moderne mascherine trasparenti rimovibili.

Il trattamento sarà personalizzato a seconda dell’età del bambino, della gravità della malocclusione e delle specifiche necessità. In alcuni casi, può essere necessario iniziare con un’apparecchiatura funzionale che indirizza la crescita delle ossa mascellari prima di passare a quella fissa per allineare i denti. La collaborazione del bambino e il supporto dei genitori sono fondamentali per il successo del trattamento.

Quando si raddrizzano i denti?

L’età ideale per iniziare un trattamento ortodontico varia in base ai singoli casi. Generalmente, è preferibile intervenire durante la crescita, quando le ossa sono ancora in via di sviluppo e i denti si possono muovere più facilmente. Questo periodo corrisponde spesso all’età compresa tra i 6 e i 12 anni. Tuttavia, alcune terapie funzionali possono iniziare anche prima per correggere abitudini disfunzionali o guidare la crescita delle ossa mascellari.

Non esiste un’età massima per il trattamento ortodontico, e anche gli adulti possono sottoporsi a correzioni, anche se potrebbero richiedere più tempo a causa della minor plasticità delle strutture ossee. La valutazione di un professionista è essenziale per determinare il momento migliore per iniziare.

Come raddrizzare i due denti davanti?

Gli incisivi superiori storti sono tra i problemi estetici e funzionali più comuni e possono essere corretti con vari tipi di apparecchi ortodontici. L’apparecchio fisso è spesso la soluzione più efficace per raddrizzare i denti anteriori, poiché permette un controllo preciso dei movimenti dentari. Gli aligner trasparenti sono un’alternativa per casi meno complessi e per chi cerca una soluzione meno visibile.

In alcuni bambini, potrebbe essere necessario un approccio combinato, che prevede l’uso di apparecchiature funzionali per correggere la crescita ossea, seguito da apparecchi che allineano i denti. Il trattamento deve essere sempre supervisionato da un ortodontista esperto, in grado di adattare il percorso correttivo alle esigenze individuali.

Come capire se il bambino ha una malocclusione?

Riconoscere i segni di una malocclusione precoce può permettere di intervenire tempestivamente. Alcuni indizi includono difficoltà nella masticazione o nella pronuncia, respirazione prevalentemente orale, denti sovraffollati o eccessivamente distanziati, morso incrociato o denti che non si incontrano correttamente. I genitori possono anche notare abitudini come il succhiare il pollice o la lingua spinta contro i denti durante la deglutizione.

È importante consultare un dentista o un ortodontista per una valutazione professionale se si notano tali comportamenti o anomalie. Questi specialisti possono diagnosticare una malocclusione e valutare l’urgenza e il tipo di intervento necessario.

Noi siamo con te.

Noi di Genitore Informato comprendiamo l’importanza di avere informazioni accurate e affidabili quando si tratta della salute dei nostri bambini. Siamo qui per offrirti supporto e consulenza personalizzata, sia che tu stia cercando una guida pratica o un corso per affrontare specifiche esigenze.

I denti storti non devono essere una fonte di preoccupazione insuperabile. Con un approccio informato e proattivo, i genitori possono svolgere un ruolo cruciale nel garantire che i propri figli ricevano le cure necessarie per godere di una salute orale ottimale. Ricorda, noi di Genitore Informato siamo con te ad ogni passo del cammino.

Fonti

InformedHealth.org [Internet]. Cologne, Germany: Institute for Quality and Efficiency in Health Care (IQWiG); 2006-. Misaligned teeth and jaws: Overview. 2020 Jan 16. Available from: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK553375/

Dott.ssa Claudia Denti

Laureata in Scienze dell’Educazione, si occupa di aiutare i genitori a crescere bambini sani e felici secondo principi validati dalla comunità scientifica.
Fondatrice di Genitore Informato e ideatrice del metodo Sonno Felice - certificata Sonno Sicuro e Primo Soccorso Pediatrico - supporta i genitori nel loro viaggio dal 2014.

Dott. Severino Cirillo

Laureato in Community Health, è il CEO di Genitore Informato e si occupa di validare l'informazione scientifica del blog e coordinare il team di esperti della redazione, composto da ginecologi, ostetriche, psicoterapeuti e altre figure del benessere e della salute in gravidanza, perinatale e genitoriale.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}