fbpx

Dicembre 13, 2023

In qualità di genitori, assistere a un disturbo del comportamento nei propri figli può essere molto preoccupante e spesso è difficile capire la differenza tra una fase di crescita e un vero e proprio disturbo. In questo articolo, esploreremo cosa sono i disturbi del comportamento, come riconoscerne i sintomi, e come intervenire per supportare al meglio i propri figli.

Quali sono i disturbi del comportamento?

I disturbi del comportamento sono una categoria di problemi psichiatrici che si manifestano tipicamente durante l’infanzia e l’adolescenza. Essi includono una gamma di comportamenti che si discostano dalle aspettative sociali e che possono essere dannosi per il soggetto o per gli altri. Questi disturbi sono spesso caratterizzati da aggressività, sfide agli adulti, opposizione e violazione dei diritti altrui. Tra le forme più note troviamo il disturbo oppositivo-provocatorio, il disturbo della condotta e l’ADHD.

Questi problemi possono avere origini diverse, come fattori genetici, ambientali, neurobiologici o psicosociali o essere causati da neurodivergenze. È importante notare che i disturbi del comportamento non sono semplicemente manifestazioni di ribellione o di una cattiva educazione, ma condizioni complesse che richiedono un approccio terapeutico mirato – come la terapia ABA, per esempio.

Come si presentano i sintomi del disturbo del comportamento?

I sintomi del disturbo del comportamento possono variare in base all’età del bambino e al tipo di disturbo, ma ci sono dei segnali comuni da tenere sotto osservazione. I bambini e gli adolescenti affetti possono mostrare un comportamento ostile e negativistico, come risposte sfidanti, rabbia eccessiva, o difficoltà nel rispettare le regole. Inoltre, possono presentarsi episodi di bullismo, atti di crudeltà verso animali o persone, disonestà, furti o altre azioni che violano norme sociali o leggi.

È fondamentale non ignorare questi segnali e considerare l’eventualità che il comportamento osservato non sia una semplice fase. I sintomi persistenti e che si manifestano in vari contesti (casa, scuola, tra pari) possono indicare un bisogno di valutazione professionale.

Quali sono i disturbi della condotta?

I disturbi della condotta sono una forma più grave dei disturbi del comportamento, caratterizzati da un modello persistente di comportamenti che violano i diritti degli altri o norme e regole sociali importanti. I bambini e gli adolescenti con disturbo della condotta possono essere coinvolti in atti di aggressione verso persone o animali, distruzione di proprietà, inganno o furto e gravi violazioni delle regole.

Questo disturbo è associato a rischi significativi per il futuro del giovane, includendo problemi nella scuola, con la legge e nelle relazioni interpersonali. L’intervento precoce è cruciale per prevenire l’escalation del comportamento e per aiutare il giovane a sviluppare abilità sociali e comportamentali positive.

disturbo del comportamento

Come comportarsi con un bambino con disturbo del comportamento?

Gestire un bambino con disturbo del comportamento richiede pazienza, coerenza e spesso sostegno professionale. È importante stabilire chiare aspettative comportamentali e mantenere una disciplina coerente, ma anche mostrare calore e supporto. Incoraggiare il riconoscimento delle emozioni e il loro controllo può essere utile, così come il rinforzo positivo per i comportamenti appropriati.

I genitori possono beneficiare di corsi e consulenze che li aiutino a sviluppare strategie efficaci di gestione del comportamento e di comunicazione con il proprio figlio. Inoltre, il supporto dalla scuola e dagli specialisti, come psicologi o psichiatri, è fondamentale per un approccio integrato al problema.

Come si cura il disturbo del comportamento?

Il trattamento dei disturbi del comportamento è spesso multimodale e personalizzato sulle esigenze specifiche del bambino o dell’adolescente. Le terapie possono includere interventi psicologici, come la terapia comportamentale o cognitivo-comportamentale, e a volte possono essere necessari interventi farmacologici. I programmi di parent training sono altresì importanti per aiutare i genitori a gestire efficacemente i comportamenti difficili e a fornire un ambiente di supporto.

La collaborazione tra professionisti della salute mentale, scuola e famiglia è cruciale per garantire un approccio coerente e sostenere il giovane nel suo percorso di miglioramento. La chiave è un intervento precoce e personalizzato, che tenga conto delle difficoltà specifiche e delle potenzialità del bambino o dell’adolescente.

Come capire se mio figlio ha un disturbo?

Identificare se un bambino ha un disturbo del comportamento può essere complesso. Un primo passo è osservare i comportamenti del bambino nell’arco di diversi mesi e in diversi contesti per valutare la persistenza e la gravità dei sintomi. Sono importanti anche la comunicazione con insegnanti e altri adulti che interagiscono con il bambino, così come la valutazione della sua capacità di regolare le emozioni e di instaurare relazioni con i pari.

Se i comportamenti problematici persistono o interferiscono con la vita quotidiana del bambino o della famiglia, è importante cercare una valutazione professionale. Uno specialista può aiutare a discernere se si tratta di un disturbo del comportamento e, se necessario, a elaborare un piano di trattamento adeguato.

Noi siamo con te.

Noi di Genitore Informato siamo qui per offrirti supporto e orientamento in questo viaggio, attraverso risorse informative, corsi e consulenze personalizzate. Non esitare a ricercare aiuto: essere informati è il primo passo verso il benessere del tuo bambino e della tua famiglia.

Sappiamo quanto possa essere difficile il viaggio della genitorialità: per quanto meraviglioso nasconde difficoltà impensabili e la cosa migliore, quando si ha bisogno di supporto, è chiederlo a dei professionisti preparati.

Ricorda: in questo viaggio siamo con te.

Fonti

Ogundele MO. Behavioural and emotional disorders in childhood: A brief overview for paediatricians. World J Clin Pediatr. 2018 Feb 8;7(1):9-26. doi: 10.5409/wjcp.v7.i1.9. PMID: 29456928; PMCID: PMC5803568.

Dott.ssa Claudia Denti

Laureata in Scienze dell’Educazione, si occupa di aiutare i genitori a crescere bambini sani e felici secondo principi validati dalla comunità scientifica.
Fondatrice di Genitore Informato e ideatrice del metodo Sonno Felice - certificata Sonno Sicuro e Primo Soccorso Pediatrico - supporta i genitori nel loro viaggio dal 2014.

Dott. Severino Cirillo

Laureato in Community Health, è il CEO di Genitore Informato e si occupa di validare l'informazione scientifica del blog e coordinare il team di esperti della redazione, composto da ginecologi, ostetriche, psicoterapeuti e altre figure del benessere e della salute in gravidanza, perinatale e genitoriale.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}