fbpx

Educazione digitale: come evitare dipendenze.

di Claudia Denti, Marzo 18, 2024

Nell’era digitale in cui viviamo, la tecnologia gioca un ruolo fondamentale nella vita di tutti noi, compresi i bambini. Smartphone, tablet, computer e console di gioco li accompagnano sin da piccoli, offrendo opportunità di apprendimento, intrattenimento e socializzazione. Tuttavia, l’uso eccessivo di questi dispositivi può portare alla dipendenza digitale, con conseguenze negative sul loro sviluppo fisico, cognitivo, emotivo e sociale. Per questo, l’educazione digitale è assolutamente fondamentale.

In qualità di genitori, abbiamo la responsabilità di educare i nostri figli all’uso consapevole e responsabile della tecnologia. Non significa demonizzare la tecnologia, ma piuttosto insegnargli a utilizzarla in modo equilibrato e produttivo, senza che diventi un sostituto delle attività importanti per la loro crescita.

Considerato che un utilizzo errato può causare dipendenza, vediamo insieme come gestire al meglio questa situazione con i nostri figli.

Comprendere la dipendenza dal digitale

Prima di poter aiutare i nostri figli a evitare la dipendenza digitale, è importante comprenderne i segni e i sintomi. Devi tener presente che molti dei dispositivi che utilizziamo e le stesse applicazioni spesso sono ingegnerizzate per causare dipendenza, nello specifico interferendo con il circuito della dopamina del nostro cervello.

Ecco alcuni segnali che potrebbero indicare una dipendenza da dispositivi digitali.

  • Uso eccessivo della tecnologia: passano gran parte del tempo sui dispositivi digitali, trascurando altre attività importanti come lo studio, il gioco all’aperto, le relazioni sociali e il sonno.
  • Irritabilità e agitazione quando non possono accedere alla tecnologia: manifestano ansia, frustrazione o rabbia quando vengono allontanati dai dispositivi.
  • Trascurare le responsabilità: diminuzione delle prestazioni scolastiche, scarso interesse per le attività sportive o creative, trascura le faccende domestiche.
  • Problemi di sonno: difficoltà ad addormentarsi o a svegliarsi al mattino, sonno disturbato a causa dell’uso notturno dei dispositivi.
  • Problemi di socializzazione: difficoltà nell’interagire con gli altri faccia a faccia, preferiscono trascorrere il tempo online anziché con amici e familiari.
  • Problemi di salute fisica: dolori cervicali, mal di testa, affaticamento visivo a causa dell’uso prolungato dei dispositivi.

È importante sottolineare che questi segnali non sempre indicano necessariamente una dipendenza, ma possono essere indicativi di un uso problematico della tecnologia. Se siete preoccupati per le abitudini digitali di vostro figlio, è consigliabile consultare il pediatra che ti indirizzerà al giusto specialista.

Stabilire regole e limiti chiari con l’educazione digitale

Uno dei pilastri dell’educazione digitale è l’esistenza di regole e limiti chiari e condivisi con i figli. Queste regole dovrebbero essere stabilite tenendo conto dell’età del bambino, del suo livello di maturità e delle vostre aspettative.

Se non hai mai stabilito regole di qualità, puoi seguire alcuni dei seguenti consigli per farlo.

  • Definire insieme le regole: coinvolgete i vostri figli nella definizione delle regole. Discutete con loro l’importanza di un uso equilibrato della tecnologia e ascoltate le loro opinioni.
  • Stabilire limiti di tempo: decidete insieme quanto tempo al giorno possono trascorrere sui dispositivi, tenendo conto dell’età e delle attività scolastiche e sportive.
  • Creare zone “tech-free”: designate specifici luoghi della casa, come la camera da letto o il tavolo da pranzo, dove l’uso di dispositivi digitali è vietato.
  • Essere coerenti e fermi: è fondamentale applicare le regole in modo coerente e fermo, evitando cedimenti alle richieste continue dei figli.
  • Offrire alternative attraenti: aiutate i vostri figli a trovare attività alternative interessanti e coinvolgenti da svolgere al di fuori del mondo digitale, come praticare sport, leggere, giocare all’aperto, trascorrere del tempo con amici e familiari.

Essere un modello positivo.

I bambini imparano osservando, quindi è fondamentale che noi genitori siamo i primi a dare il buon esempio. Evitate di trascorrere troppo tempo sui dispositivi in loro presenza, soprattutto durante i pasti o nei momenti di interazione famigliare. Mostrate interesse per le loro attività, giocate con loro, coinvolgeteli in conversazioni e trascorrete del tempo di qualità insieme.

Promuovere un uso consapevole della tecnologia.

Aiutate i vostri figli a sviluppare un pensiero critico nei confronti della tecnologia. Insegnategli a riconoscere i contenuti ingannevoli, a navigare in sicurezza su internet, a proteggere la loro privacy e a utilizzare i dispositivi in modo creativo e produttivo. Il pensiero critico è un’abilità fondamentale per sviluppare una buona autonomia, ed è nostro compito di genitori insegnarlo e incoraggiarlo.

Oltre a stabilire regole e limiti, è fondamentale incoraggiare i vostri figli a svolgere attività alternative che favoriscano il loro sviluppo fisico, cognitivo, emotivo e sociale.

Ecco alcune proposte:

  • Sport e attività fisica: Promuovete la pratica di sport individuali o di squadra, che favoriscono il benessere fisico, la socializzazione e lo sviluppo di competenze motorie.
  • Lettura: La lettura stimola la fantasia, arricchisce il vocabolario e la capacità di concentrazione. Mettete a disposizione dei vostri figli libri di diverso genere, adatti alla loro età e ai loro interessi.
  • Giochi all’aperto: Il gioco all’aria aperta permette ai bambini di esplorare il mondo che li circonda, di fare movimento e di sviluppare la creatività.
  • Attività creative: Incoraggiate i vostri figli a esprimere la propria creatività attraverso il disegno, la musica, la pittura, la scrittura o altre attività artistiche.
  • Tempo in famiglia: Dedicate del tempo ogni giorno a stare insieme ai vostri figli, conversando, giocando, cucinando o svolgendo qualsiasi attività che rafforzi il vostro legame.

Dialogo e collaborazione con la scuola

Mantenere un dialogo aperto e costante con i propri figli riguardo all’uso della tecnologia è fondamentale. È importante ascoltare le loro esperienze online, comprendere i loro dubbi e le loro preoccupazioni, e essere disponibili a rispondere alle loro domande, fornendo supporto e guida. Per facilitare questo dialogo, è consigliabile scegliere un momento tranquillo e privo di distrazioni, ascoltare con attenzione ciò che dicono senza interromperli o minimizzare i loro problemi, mostrare empatia cercando di comprendere il loro punto di vista, evitare di demonizzare la tecnologia ma piuttosto concentrarsi sui rischi e sulle conseguenze di un uso eccessivo, e collaborare con loro per trovare soluzioni ai problemi che incontrano online.

Inoltre, la scuola svolge un ruolo chiave nell’educazione digitale dei bambini e è importante collaborare con insegnanti ed educatori per promuovere un uso responsabile della tecnologia sia in classe che a casa. Tra le proposte di collaborazione con la scuola ci sono l’organizzazione di incontri informativi per i genitori in merito all’educazione digitale, la promozione dell’inclusione di programmi di educazione digitale nel curriculum scolastico per educare i bambini all’uso sicuro e consapevole della tecnologia, e l’incoraggiamento all’utilizzo di strumenti digitali in modo didattico per favorire la ricerca, l’apprendimento e la collaborazione.

Noi siamo con te

Genitore Informato è al tuo fianco in questo percorso. Attraverso guide, corsi e consulenze personalizzate, ti supportiamo nell’educare i tuoi figli e nella gestione quotidiana della genitorialità. Non esitare a contattarci se senti il bisogno di aiuto. E se vuoi, puoi scaricare la nostra guida gratuita sull’uso responsabile della tecnologia.

Fonti

Nageswaran P, Leedham-Green K, Nageswaran H, Madeira Teixeira Baptista AV. Digital wellbeing: Are educational institutions paying enough attention? Med Educ. 2023 Mar;57(3):216-218. doi: 10.1111/medu.14977. Epub 2022 Nov 25. PMID: 36403113; PMCID: PMC10099791.

Dott.ssa Claudia Denti

Esperta di Educazione, Sonno e Gestione del bambino. Laureata in Scienze dell'Educazione e Formazione, si occupa di aiutare i genitori a crescere bambini sani e felici secondo principi validati dalla comunità scientifica. Fondatrice di Genitore Informato e ideatrice del metodo Sonno Felice - certificata Sonno Sicuro e Primo Soccorso Pediatrico - supporta i genitori nel loro viaggio dal 2014.

Dott. Severino Cirillo

Esperto di Salute, Benessere ed Educazione. Laureato in Community Health, è il CEO di Genitore Informato e si occupa di validare l'informazione scientifica del blog e coordinare il team di esperti della redazione, composto da ginecologi, ostetriche, psicoterapeuti e altre figure del benessere e della salute in gravidanza, perinatale e genitoriale.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}