fbpx

Filastrocche bambini: perché sono importanti.

di Claudia Denti, Marzo 18, 2024

Per chi non ha figli filastrocche, canzoncine o ninna nanne possono sembrare semplici testi di un’infanzia lontana e nulla più. Chi invece finisce per diventare genitore, avrà modo di accorgersi che questi testi, ritmici e ripetitivi, possono essere molto importanti (e utili) per la crescita dei loro bambini. Tutti i genitori si sono accorti almeno una volta di come un pianto inconsolabile possa frenarsi quasi all’istante nel momento in cui una canzoncina o una filastrocca conosciuta comincia. Ma sono molte le situazioni in cui armarsi di una filastrocca per dare sollievo, tranquillità o intrattenimento a nostro figlio.

Filastrocche bambini: dormire con le ninne nanne

Durante i primi mesi di vita si può per esempio iniziare a canticchiare una ninna nanna al neonato. Queste dolci canzoncine con ritmo monotono e cadenzato sono molto adatte ad accompagnare il moto della culla o il movimento delle braccia della mamma o del papà mentre cullano il bebè. Certo, potrebbero non bastare, ma è certamente una buona idea ragionare sull’inserimento di una di queste all’interno delle routine del sonno del tuo bambino. Chiunque di noi ricorderà, per esempio:

Ninna nanna, ninna oh,

questo bimbo a chi lo do?

Lo darò alla Befana

Che lo tiene una settimana…

Le ninne nanne servono proprio per facilitare l’addormentamento ai bambini e ve ne sono esempi antichissimi presso tutti i popoli della terra. Il loro ritmo monotono e ripetitivo tranquillizza i neonati perché potrebbe richiamare la ritmicità e il moto ondulatorio della vita all’interno della pancia. Certo, sono ipotesi, sta di fatto che da millenni funzionano e probabilmente continueranno a funzionare ancora per molti anni a venire.

filastrocche bambini

Per creare una routine.

Man mano che i figli crescono si può passare a recitare loro delle filastrocche o delle canzoncine che possono essere utili per creare delle routine nella loro vita quotidiana. Per esempio una filastrocca da recitare sempre prima di lavarsi i denti o prima di andare a mangiare aiuterà i bambini a comprendere quando è tempo di andare in bagno o mettersi a tavola e semplificherà loro l’ambientamento alla nuova azione giornaliera. Un esempio può essere:

Son già le otto e venti

bambini a letto, lavatevi i denti,

lavatevi i denti sul lavandino

col dentifricio e lo spazzolino…

I bambini, per sentirsi sicuri, spesso hanno bisogno di avere delle abitudini da ripetere durante la giornata e le filastrocche in tal senso possono aiutare davvero moltissimo.

Per imparare col sorriso.

Quando poi i bambini iniziano ad andare all’asilo, si può passare a insegnare loro delle brevi filastrocche didattiche, cioè dei brevi testi che possono insegnare loro qualcosa. Per esempio il nome dei giorni della settimana o delle dita della mano… Un esempio molto semplice può essere:

Lunedì chiusin chiusino,

Martedì bucò l’ovino,

sgusciò fuori Mercoledì,

“Pio, pio, pio” fe’ Giovedì…

Quando andranno a scuola, si possono usare le filastrocche per imparare grazie alle rime.

Per esempio possono essere utili per memorizzare i nomi delle città, delle montagne o anche le terribili tabelline in modo più divertente e giocoso.

Le rime infatti rendono molto più facile la memorizzazione e hanno quindi un compito molto importante nei primi anni di scuola dei bambini.

7, 14, 21, 28:

il mio gatto ha il pelo rosso;

pelo rosso e fiuto fino,

il mio gatto è birichino…

“Vale la pena che un bambino impari piangendo quello che può imparare ridendo?” diceva il grande Gianni Rodari, che aveva grande esperienza con i bambini proprio perché era maestro di scuola; così iniziò a scrivere le filastrocche che lo resero famoso e che hanno aiutato e ancora aiutano tanti bambini a imparare con il sorriso sulle labbra.

filastrocche bambini

Speriamo con questo articolo di aver fatto riaffiorare le canzoncine, le ninne nanne e le filastrocche che hanno accompagnato la vostra infanzia. Ognuno di noi ne conosce diverse, a a seconda della regione in cui siamo nati e sicuramente i nostri bambini ne conosceranno anche di nuove. Se per caso la memoria non vi dovesse aiutare, si possono trovare migliaia di testi utili per i nostri bambini su siti come Filastrocche.it che le raccoglie probabilmente tutte.

Noi siamo al vostro fianco.

Noi di Genitore Informato siamo vicini a voi nel vostro viaggio da genitori. Vi forniamo tutte le migliori informazioni disponibili e selezioniamo i migliori consigli per rendervi la vita più semplice in modo che possiate sentirvi preparati per crescere figli felici.

Dott.ssa Claudia Denti

Esperta di Educazione, Sonno e Gestione del bambino. Laureata in Scienze dell'Educazione e Formazione, si occupa di aiutare i genitori a crescere bambini sani e felici secondo principi validati dalla comunità scientifica. Fondatrice di Genitore Informato e ideatrice del metodo Sonno Felice - certificata Sonno Sicuro e Primo Soccorso Pediatrico - supporta i genitori nel loro viaggio dal 2014.

Dott. Severino Cirillo

Esperto di Salute, Benessere ed Educazione. Laureato in Community Health, è il CEO di Genitore Informato e si occupa di validare l'informazione scientifica del blog e coordinare il team di esperti della redazione, composto da ginecologi, ostetriche, psicoterapeuti e altre figure del benessere e della salute in gravidanza, perinatale e genitoriale.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}