fbpx

Frutta Svezzamento: Come Posso Gestirla Al Meglio?

di Simona Scagli - Biologo Nutrizionista, Aprile 22, 2024

Vuoi dare la frutta svezzamento, ma non sai come gestirti?

In questo articolo parliamo di che frutta dare a inizio svezzamento, quando iniziare a dare la frutta ai neonati, perché non dare la frutta a quattro mesi, come si prepara, come lavarla e se è meglio l’omogeneizzato o la frutta fresca.

Che frutta dare inizio svezzamento?

Come vedrai in questo articolo, lo svezzamento può cominciare con la frutta, anche se questa scelta non è certo un dovere.

Con quale frutta iniziare è indifferente, mela, pera, banana, pesca, uva etc, ma anche quelli potenzialmente più allergici come fragole e kiwi.

E’ stato dimostrato che l’avvicinamento di questi alimenti può apportare benefici, come quello di aiutare il sistema immunitario di chi li mangia ad una loro maggior tollerabilità. 

Quando iniziare a dare la frutta ai neonati?

L’inizio dello svezzamento o meglio dire alimentazione complementare, ha dei segnali ben precisi per capire che può essere avviato: 

  • riuscire a mantenere una posizione eretta (seduto e testa dritta);
  • non avere più il riflesso di estrusione;
  • essere interessato al cibo (attraverso il gioco e il posizionamento di esso verso la bocca per il primo assaggio).

In queste indicazioni essenziali, non c’è alcun alimento da preferire rispetto ad altri. 

frutta svezzamento

Come si prepara la frutta svezzamento per neonati?

La frutta può essere data senza uno schema preciso e quindi, a svezzamento avviato, può essere data di qualsiasi tipo e formato, sia schiacciata, sia in forma di crema, sia in pezzi.

Bisogna tenere sempre presente che i tagli devono rappresentare una forma sicura, senza nessuna grammatura a cui attenerci. 

Ecco una tabella con alcuni esempi di frutta adatta per il periodo di svezzamento e i relativi tagli sicuri:

FruttaTaglio Sicuro per la frutta Svezzamento
BananaSchiacciata con una forchetta o tagliata a fette sottili
PeraTagliata a pezzetti morbidi
MelaTagliata a pezzetti morbidi senza buccia
PescaTagliata a pezzetti morbidi senza buccia
MeloneTagliato a pezzetti morbidi senza buccia
PrugnaTagliata a pezzetti morbidi senza buccia
KiwiTagliato a pezzetti morbidi senza buccia
MangoTagliato a pezzetti morbidi senza buccia
AvocadoSchiacciato con una forchetta o tagliato a pezzetti
FragoleTagliate a metà o a quarti, a seconda della dimensione

Ricorda sempre di rimuovere eventuali semi o parti dure e di offrire alla tua bambina solo frutta ben matura e adatta alla sua età.

Perché non dare la frutta a 4 mesi?

Fino a quando non sussistono queste condizioni non avrebbe senso iniziare con lo svezzamento, anche se con alimenti che, storicamente, sono stati preferiti e consigliati rispetto ad altri, proprio come la frutta.

Spesso è consigliato proprio intorno al quarto-quinto mese di iniziare con qualche assaggio di frutta grattugiata (prima mela e poi pera, preferibilmente), ma non ci sono per ora dati scientifici a supporto del fatto che questo rappresenti l’inizio fisiologico dello svezzamento.

Di solito i segnali, prima elencati, sono visibili intorno al sesto-ottavo mese, ma ogni bambino, ricordiamo, ha i propri tempi e non c’è da preoccuparsi se non sviluppa interesse oltre il range indicato.

Omogeneizzato di frutta o frutta fresca?

La frutta rappresenta un gruppo alimentare importante nella nostra educazione alimentare, per la loro fonte di acqua, fibre e zuccheri, in complemento agli altri nutrienti come le proteine.

Spesso l’inizio dello svezzamento è proprio contraddistinto con un po’ di frutta, preferibilmente grattugiata o in forma di omogeneizzato.

Ad oggi non abbiamo conferme dalla letteratura scientifica sul fatto che la frutta sia il primo alimento da offrire e a seguire tutti gli altri. Ci sono inoltre molti miti che andrebbero sfatati, come quello sui funghi in svezzamento.

Quale frutta non dare ai bambini?

Auspicabile sarebbe rispettare la stagionalità con la quale proponiamo della frutta ai nostri piccoli, in quanto questa scelta può avere un grande impatto a livello ambientale.

Sarebbero anche da preferire preparazioni fresche, rispetto a quelle già pronte e confezionate dalla grande distribuzione.

Questo comporta un vantaggio nella gamma di sapori che offriamo al bambino, in una fase di grande scoperta, a discapito di altri che si dimostrano, in termini di gusto, più simili tra di loro.

Come lavare la frutta in svezzamento?

La frutta, prima di essere offerta al bambino, dovrebbe essere lavata sotto acqua corrente, questo rappresenta il metodo più efficace per la sua pulizia.

Ovviamente, qualora fosse preparata con altri utensili, è da ricordare che quest’ultimi dovrebbero essere puliti e non provenire da altre preparazioni (sia cotte che crude), in quanto l’acqua e gli zuccheri presenti nella frutta potrebbe essere un veicolo per la proliferazione batterica e lo sviluppo di muffe.

Ricapitolando: la frutta può essere lavata con acqua corrente e potabile, mentre le preparazioni casalinghe devono essere ben lavate prima del taglio, preparate su piani di lavoro ben puliti e riposti in barattoli precedentemente igienizzati e sterilizzati.

Vuoi avere uno svezzamento sereno?

Noi di Genitore Informato abbiamo una guida integrale per lo Svezzamento che include anche un corso di disostruzione online in omaggio, per avere lo svezzamento (o autosvezzamento) il più sereno possibile.

Puoi trovarla qui: SVEZZAMENTO SERENO.

Noi saremo sempre al vostro fianco lungo tutto il viaggio della genitorialità, non sarete mai soli.

FAQ

  1. Che frutta è adatta per iniziare lo svezzamento?

    Puoi iniziare lo svezzamento con una varietà di frutta, come mela, pera, banana, pesca, uva, fragole e kiwi. Non c’è una scelta specifica migliore di un’altra.

  2. Quando è il momento giusto per iniziare a dare frutta ai neonati?

    Puoi iniziare lo svezzamento quando il tuo bambino mostra segni di interesse per il cibo, come il mantenimento di una posizione eretta e l’interesse per il cibo attraverso il gioco e il posizionamento verso la bocca.

  3. Come preparo la frutta per lo svezzamento dei neonati?

    La frutta può essere preparata in vari modi, come schiacciata, a crema o a pezzi morbidi. Assicurati solo che i tagli siano sicuri e senza parti dure o semi.

  4. Perché non dare la frutta ai bambini a 4 mesi?

    Non ha senso iniziare lo svezzamento fino a quando il bambino non mostra segni di interesse per il cibo e può mantenere una posizione eretta. Questo avviene generalmente intorno al sesto-ottavo mese.

  5. Come si lava la frutta per lo svezzamento?

    La frutta dovrebbe essere lavata sotto acqua corrente prima di essere offerta al bambino. Assicurati anche che gli utensili utilizzati per preparare la frutta siano puliti e igienizzati.

Fonti

Borowitz SM. First Bites-Why, When, and What Solid Foods to Feed Infants. Front Pediatr. 2021 Mar 26;9:654171. doi: 10.3389/fped.2021.654171. PMID: 33842413; PMCID: PMC8032951.

Dott.ssa Claudia Denti

Esperta di Educazione, Sonno e Gestione del bambino. Laureata in Scienze dell'Educazione e Formazione, si occupa di aiutare i genitori a crescere bambini sani e felici secondo principi validati dalla comunità scientifica. Fondatrice di Genitore Informato e ideatrice del metodo Sonno Felice - certificata Sonno Sicuro e Primo Soccorso Pediatrico - supporta i genitori nel loro viaggio dal 2014.

Dott. Severino Cirillo

Esperto di Salute, Benessere ed Educazione. Laureato in Community Health, è il CEO di Genitore Informato e si occupa di validare l'informazione scientifica del blog e coordinare il team di esperti della redazione, composto da ginecologi, ostetriche, psicoterapeuti e altre figure del benessere e della salute in gravidanza, perinatale e genitoriale.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}