fbpx

Gelati in gravidanza: sì, ma senza esagerare!

di Severino Cirillo, Giugno 5, 2024

Durante la gravidanza, le future mamme si trovano spesso a dover fare scelte alimentari ponderate, ponendosi domande su cosa sia sicuro consumare e quali alimenti sia meglio evitare.

Sebbene i ginecologi forniscano linee guida dettagliate sull’alimentazione durante la gestazione, qualche dubbio può ancora persistere.

In questo articolo vediamo se si possono mangiare gelati in gravidanza, quale scegliere, quando evitare il gelato, quali altri dolci consumare in gravidanza.

Si può mangiare il gelato in gravidanza?

La risposta è sì: il gelato può essere consumato durante la gravidanza.

Tuttavia, come per molti altri alimenti, la moderazione è fondamentale.

Il gelato è ricco di zuccheri e proteine provenienti dalla panna e dal latte, quindi un consumo eccessivo potrebbe portare a problemi -anche molto grandi- sia per la mamma che per il bambino.

È cruciale prestare attenzione agli ingredienti del gelato, sia esso artigianale o industriale. Il miglior gelato in gravidanza è quello privo di additivi, conservanti e coloranti in eccesso.

Ricordiamo un concetto basilare: il saccarosio, uno degli zuccheri raffinati più comuni nella produzione di cibi e dolci, non è necessario per l’alimentazione.

Non contiene nutrienti (come possono essere proteine, vitamine e grassi), ma solamente un’enorme concentrazione di calorie.

Ogni caloria che non viene consumata, viene naturalmente trattenuta dal corpo sotto forma di grassi che possono accumularsi nei tessuti e, quando troppo in eccesso, anche nel sangue andando a interferire con valori come le transaminasi alte.

Un periodo delicato come quello della gravidanza è il periodo perfetto per riflettere sulle proprie abitudini alimentari.

gelati in gravidanza

Quali gelati in gravidanza?

La scelta può ricadere sia su gelati artigianali che industriali, ma è sempre consigliato controllare attentamente la lista degli ingredienti.

Non c’è pericolo di toxoplasmosi nel gelato, poiché non contiene alimenti crudi.

Tuttavia, per quanto riguarda la salmonella, è importante assicurarsi che le uova siano pastorizzate.

Le basse temperature a cui viene conservato il gelato lo rendono generalmente sicuro per le gestanti, sempre tenendo in considerazione la grande quantità di zucchero che contiene.

Gelato artigianale o industriale?

Il gelato artigianale è spesso la scelta migliore durante la gravidanza, poiché tende a essere privo di additivi e conservanti.

La cosa migliore è sempre farlo con moderazione, al massimo uno o due a settimana, preferendo gusti alla frutta che hanno in genere meno latte e optare per la coppetta, così da non aggiungere zuccheri con il cono.

Per quanto riguarda il gelato industriale, la cosa da fare se si decide di consumarlo, è leggere la lista di ingredienti o usare un’app che possa farne la scansione per noi.

In genere come regola generale, meno zucchero e meno ingredienti è meglio.

Quando e perché evitare il gelato in gravidanza

Ci sono alcune situazioni in cui il gelato dovrebbe essere evitato completamente durante la gravidanza.

La prima è in presenza di sovrappeso o obesità della madre: aumentare l’apporto calorico aumenta il rischio di complicazioni come preeclampsia, diabete gestazionale e parto pretermine.

Per quanto ci dispiaccia dover fare queste considerazioni, ricorda che non sono terrorismo, ma sono ampiamente coperte da prove scientifiche (le trovi nelle fonti).

È importante considerare che non bisogna evitare gli zuccheri solo se il diabete è già attivo, ma anche se ci sono rischi di svilupparlo.

In quei casi, bisognerà optare per una dieta più restrittiva, per il bene della madre e del feto.

Quali altri dolci consumare in gravidanza?

Se proprio non riusciamo a contenere le nostre voglie (d’altronde siamo in gravidanza), oltre al gelato, esistono altri dolci che possono essere consumati durante la gravidanza senza grandi preoccupazioni.

SEMPRE con moderazione e sotto consiglio del proprio medico ginecologo.

Usando la frutta o lo yogurt come ingredienti principali, possiamo fare torte e biscotti che possono soddisfare il nostro desiderio di dolce durante la gestazione.

Il consiglio, sapendo i risultati a breve e lungo termine dell’esposizione a zuccheri raffinati, è sempre di moderare al massimo il consumo, specialmente in un periodo così delicato.

Gelato e allattamento

Come durante la gravidanza, anche nel periodo dell’allattamento il consumo di gelato artigianale o industriale è consentito, ma sempre con moderazione.

È importante sempre fare attenzione agli ingredienti, evitando conservanti, additivi e coloranti, e godetevi il vostro gelato serenamente, ma sempre sapendo quali sono le conseguenze dirette del suo consumo.

Ricorda che molte delle cose che ingerisci passano attraverso il latte materno, quindi migliori saranno i tuoi alimenti, migliore sarà anche la dieta del tuo neonato.

Noi siamo con te.

Noi di Genitore Informato siamo al tuo fianco lungo tutto il viaggio della gravidanza e della genitorialità.

Ti supportiamo con i nostri corsi e le nostre guide, e con consulenze personalizzate.

Ricorda, non siete soli, noi siamo con voi

Fonti

1. Casas R, Castro Barquero S, Estruch R. Impact of Sugary Food Consumption on Pregnancy: A Review. Nutrients. 2020 Nov 22;12(11):3574. doi: 10.3390/nu12113574. PMID: 33266375; PMCID: PMC7700555.
2. Goran MI, Plows JF, Ventura EE. Effects of consuming sugars and alternative sweeteners during pregnancy on maternal and child health: evidence for a secondhand sugar effect. Proc Nutr Soc. 2019 Aug;78(3):262-271. doi: 10.1017/S002966511800263X. Epub 2018 Dec 3. PMID: 30501650; PMCID: PMC7441786.

Dott.ssa Claudia Denti

Esperta di Educazione, Sonno e Gestione del bambino. Laureata in Scienze dell'Educazione e Formazione, si occupa di aiutare i genitori a crescere bambini sani e felici secondo principi validati dalla comunità scientifica. Fondatrice di Genitore Informato e ideatrice del metodo Sonno Felice - certificata Sonno Sicuro e Primo Soccorso Pediatrico - supporta i genitori nel loro viaggio dal 2014.

Dott. Severino Cirillo

Esperto di Salute, Benessere ed Educazione. Laureato in Community Health, è il CEO di Genitore Informato e si occupa di validare l'informazione scientifica del blog e coordinare il team di esperti della redazione, composto da ginecologi, ostetriche, psicoterapeuti e altre figure del benessere e della salute in gravidanza, perinatale e genitoriale.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}