fbpx

Influenza: Davvero è Così Banale?

di Severino Cirillo, Marzo 26, 2024

Avrai spesso sentito dire “una banale influenza“: solo che l’influenza è una malattia grave che può portare a decessi per varie cause, tra cui encefalite. In questo articolo capiamo cos’è davvero l’influenza, quali sono i sintomi dell’influenza di quest’anno, quanto dura in media, come si cura, la differenza con le sindromi influenzali e se c’è bisogno dell’antibiotico.

Cos’è davvero l’influenza?

È una malattia respiratoria, causata dai virus influenzali che infettano nasi, gola e polmoni, e segue un andamento tipicamente stagionale, raggiungendo il suo apice tra dicembre e febbraio.

Spesso si confondono le varie sindromi influenzali con la malattia causata dal virus Influenza, che è una condizione piuttosto seria che uccide circa 8000 persone all’anno solo in Italia.

Perché è importante saperlo? Perché spesso a morire sono i più fragili, quindi i bambini, gli anziani e gli immunodepressi.

Per questo, specialmente in queste categorie, la cosa migliore è effettuare il vaccino stagionale.

influenza

Quali sono i sintomi di questa influenza?

L’insorgenza dell’influenza è tipicamente improvvisa e può causare una gamma di sintomi che includono febbre superiore ai 38°C, tosse, mal di gola, dolori muscolari diffusi, spossatezza e malessere generale. Questi sintomi possono variare da lievi a gravi, ma il loro esordio brusco aiuta spesso a distinguere l’influenza da altre malattie respiratorie.

Ecco una tabella dei sintomi dell’influenza causata dal virus dell’influenza:

SintomiDescrizione
FebbreAumento della temperatura corporea al di sopra della norma, spesso accompagnata da brividi.
Mal di testaSensazione di dolore o pressione nella regione della testa.
Mal di golaDolore, arrossamento o irritazione nella gola, spesso accompagnato da difficoltà a deglutire.
TosseEspulsione forzata d’aria dai polmoni, spesso accompagnata da rumori o suoni.
Congestione nasaleNaso chiuso o irritato, difficoltà a respirare attraverso il naso.
Febbre altaFebbre persistente superiore a 38 gradi Celsius.
Dolore muscolareDolore o sensibilità nei muscoli, spesso accentuato durante i movimenti.
AffaticamentoSensazione generale di stanchezza o mancanza di energia.
Mal d’ossa e spossatezzaDolore diffuso in tutto il corpo, spesso associato a sensazioni di malessere generale.
Perdita di appetitoRiduzione dell’appetito o mancanza di desiderio di mangiare.
Mal di stomacoSensazione di disagio, crampi o dolore nella regione addominale.
NauseaSensazione di malessere allo stomaco che può portare al vomito.
Mal di schienaDolore nella regione dorsale o lombare della schiena.

È importante notare che alcuni sintomi possono variare da persona a persona e che non tutte le persone influenzate svilupperanno tutti questi sintomi.

Inoltre, i sintomi dell’influenza possono essere simili a quelli di altre infezioni virali respiratorie, come il raffreddore comune.

Non affidarti a cure fai da te, la cosa migliore è sentire il tuo medico di fiducia.

Quanto dura in media l’influenza?

La durata dei sintomi influenzali può variare, ma generalmente si protrae per almeno 3-4 giorni intensi con una completa guarigione che avviene entro una settimana dalla loro comparsa.

È comune, tuttavia, che una sensazione di spossatezza persista per alcuni giorni dopo la scomparsa degli altri sintomi.

Può anche accadere che si formino sovrainfezioni batteriche, che possono richiedere l’antibiotico, anche se spesso questo viene prescritto anche quando non serve, causando il problema dell’antibiotico-resistenza.

Come si cura l’influenza?

Per la maggior parte delle persone sane, il trattamento dell’influenza è principalmente sintomatico e include riposo, idratazione e l’utilizzo di antipiretici o antidolorifici, come il paracetamolo o l’ibuprofene, per gestire febbre e dolori.

In alcuni casi, per chi ha condizioni di salute preesistenti o è particolarmente a rischio, può essere necessario un trattamento antivirale precoce.

L’ideale sarebbe sempre la prevenzione: evitando il contatto con persone malate, lavandosi spesso le mani e stando all’aria aperta piuttosto che in spazi chiusi.

Influenza e sindromi influenzali sono la stessa cosa?

Mentre il termine “influenza” si riferisce specificamente alla malattia causata dai virus influenzali, le sindromi influenzali possono includere un’ampia varietà di infezioni respiratorie con sintomi simili.

La vera influenza si distingue per la presenza di febbre elevata, disturbi generali e sintomi respiratori ed è una condizione piuttosto seria che può causare anche la morte.

Serve l’antibiotico?

Gli antibiotici non sono efficaci contro l’influenza, poiché questo è un virus e non un batterio.

Tuttavia, possono essere prescritti in caso di complicanze batteriche come bronchite o polmonite che possono svilupparsi dopo o in concomitanza con l’influenza.

Per diagnosticarla basta un tampone specifico che, però, spesso non viene somministrato, facilitando un uso eccessivo degli antibiotici.

Noi siamo con te.

Noi di Genitore Informato siamo al tuo fianco lungo tutto il viaggio della genitorialità. Ti supportiamo con guide, corsi e consulenze personalizzate. Non sarete mai soli in questo viaggio, noi siamo con voi.

Fonti

Rosano A, Bella A, Gesualdo F, Acampora A, Pezzotti P, Marchetti S, Ricciardi W, Rizzo C. Investigating the impact of influenza on excess mortality in all ages in Italy during recent seasons (2013/14-2016/17 seasons). Int J Infect Dis. 2019 Nov;88:127-134. doi: 10.1016/j.ijid.2019.08.003. Epub 2019 Aug 8. PMID: 31401203.

Dott.ssa Claudia Denti

Esperta di Educazione, Sonno e Gestione del bambino. Laureata in Scienze dell'Educazione e Formazione, si occupa di aiutare i genitori a crescere bambini sani e felici secondo principi validati dalla comunità scientifica. Fondatrice di Genitore Informato e ideatrice del metodo Sonno Felice - certificata Sonno Sicuro e Primo Soccorso Pediatrico - supporta i genitori nel loro viaggio dal 2014.

Dott. Severino Cirillo

Esperto di Salute, Benessere ed Educazione. Laureato in Community Health, è il CEO di Genitore Informato e si occupa di validare l'informazione scientifica del blog e coordinare il team di esperti della redazione, composto da ginecologi, ostetriche, psicoterapeuti e altre figure del benessere e della salute in gravidanza, perinatale e genitoriale.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}