fbpx

Intersex significato: cosa fare se il bambino nasce così?

di Severino Cirillo, Giugno 13, 2023

La parola “intersex” è un termine che si riferisce a una persona che presenta caratteristiche sessuali sia maschili che femminili. Questa condizione è anche conosciuta come ermafroditismo. Nella società odierna, l’argomento dell’intersessualità è ancora poco conosciuto e, di conseguenza, circondato da una serie di miti e incomprensioni. In questo articolo, vogliamo approfondire il significato di intersex e fornire informazioni utili per comprendere al meglio questa condizione biologica.

Quante persone intersex ci sono?

Le statistiche sul numero di persone intersex variano a seconda delle fonti. Tuttavia, si stima che circa 1,7 persone su 100 abbiano tratti intersex, mentre lo 0.5% abbia tratti clinici di modificazioni della sfera sessuale e riproduttiva. In ogni caso, è importante sottolineare che l’intersessualità non è una condizione rara e che esistono diverse persone nel mondo che vivono con questa caratteristica biologica. Se questo numero ti sembra piccolo, tieni presente che significa che su 55 milioni circa di italiani, quasi 900000 persone rientrano in questa categoria.

Come sono i genitali di un intersex?

Le persone intersex possono avere genitali esterni che non corrispondono chiaramente a quelli tipici maschili o femminili, o possono avere una combinazione di caratteristiche sessuali maschili e femminili. In alcuni casi, le differenze tra i genitali intersex e quelli di una persona non intersex possono essere molto sottili e difficili da identificare senza un esame medico approfondito. Alcune persone intersex possono avere una vagina e testicoli interni, mentre altre possono avere un pene e ovaie interne. Inoltre, alcune persone intersex possono avere genitali esterni ambigui o una combinazione di caratteristiche maschili e femminili.

intersex significato

Intersex: è una situazione che va corretta?

Molti bambini intersessuali vengono sottoposti a interventi chirurgici nel tentativo di “normalizzarli”, anche se questi interventi sono spesso invasivi, irreversibili e non vengono eseguiti per motivi di emergenza.

Nonostante le buone intenzioni di medici e genitori, la realtà è che gli interventi eseguiti sui bambini intersessuali possono causare gravi problemi, tra cui infertilità, dolore, incontinenza e sofferenza psicologica per tutta la vita.

Questo viene fatto tendenzialmente per pressioni societarie rispetto a come dovrebbe essere un maschio o una femmina.

Una ricerca di Amnesty International ha evidenziato come questo in realtà costituisca una violazione dei diritti umani. Questi interventi vengono spesso eseguiti su bambini troppo piccoli per partecipare in modo significativo alle decisioni sul proprio corpo e i loro genitori spesso non sono adeguatamente informati sui potenziali rischi.

Prima di prendere una decisione di questo tipo, assicurati di aver ricevuto abbastanza informazioni dalle tue figure di riferimento.

Come capire se si è ermafroditi?

La diagnosi di intersessualità può essere difficile, poiché le caratteristiche sessuali possono variare notevolmente da individuo a individuo. La diagnosi può essere effettuata durante l’infanzia, in seguito a un esame medico o dopo aver notato anomalie nella crescita o nello sviluppo. Tuttavia, in alcuni casi, la condizione può rimanere sconosciuta fino all’adolescenza o all’età adulta, quando si verificano problemi legati alla fertilità o all’identità di genere. Se sospetti che il tuo bambino sia intersex, è importante consultare un medico esperto in questo campo, che potrà eseguire gli esami necessari per determinare la condizione e fornire informazioni e supporto.

mangiare le unghie

Cos’è la disforia di genere?

A differenza dell’intersessualità, la disforia di genere è una condizione psicologica in cui una persona si identifica con un genere diverso da quello assegnato alla nascita. Questa condizione può portare a sentimenti di disagio, angoscia e, in alcuni casi, depressione e ansia. La disforia di genere non è una condizione esclusiva delle persone intersex, ma può verificarsi anche nelle persone non intersex che si sentono in conflitto con il loro genere assegnato. È importante sottolineare che non tutte le persone intersex hanno disforia di genere e che essere intersex non è una scelta o una manifestazione di confusione di genere.

Cosa fare se nasce un bambino intersex?

Se nasce un bambino intersex, è fondamentale che troviate sostegno dalle figure di riferimento (pediatra ed eventualmente neuropsichiatra infantile) per gestire al meglio tutte le problematiche che questa condizione può portare, sia fisiche che eventualmente anche psicologiche. In passato, i medici spesso consigliavano ai genitori di sottoporre i loro figli a interventi chirurgici per “normalizzare” i genitali, ma questa pratica è ora ampiamente contestata a causa dei possibili effetti negativi sulla salute fisica e psicologica del bambino.

È importante che un genitore di bambini intersex sia informato sulle opzioni disponibili, comprese le possibili alternative alla chirurgia, e che abbiano accesso a consulenze e supporto emotivo. Per tutte queste situazioni, affidati al tuo pediatra di riferimento.

Noi siamo con te.

Noi di Genitore Informato, siamo qui per aiutare le persone a comprendere meglio la vita dei nostri bambini e per offrire supporto a chi ne ha bisogno. Offriamo guide, corsi e consulenze personalizzate per aiutarti a risolvere problematiche di gestione del tuo bambino, sia che tu sia un genitore di un bambino intersex sia che il tuo bambino non abbia questa condizione.

Dott.ssa Claudia Denti

Esperta di Educazione, Sonno e Gestione del bambino. Laureata in Scienze dell'Educazione e Formazione, si occupa di aiutare i genitori a crescere bambini sani e felici secondo principi validati dalla comunità scientifica. Fondatrice di Genitore Informato e ideatrice del metodo Sonno Felice - certificata Sonno Sicuro e Primo Soccorso Pediatrico - supporta i genitori nel loro viaggio dal 2014.

Dott. Severino Cirillo

Esperto di Salute, Benessere ed Educazione. Laureato in Community Health, è il CEO di Genitore Informato e si occupa di validare l'informazione scientifica del blog e coordinare il team di esperti della redazione, composto da ginecologi, ostetriche, psicoterapeuti e altre figure del benessere e della salute in gravidanza, perinatale e genitoriale.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}