fbpx

Febbraio 12, 2024

Nell’articolo di oggi affronteremo un argomento di fondamentale importanza per la salute e il benessere dei bambini: il lavaggio denti bambini. Seguiremo passo dopo passo le migliori pratiche per garantire igiene orale fin dai primi mesi di vita del vostro bambino.

Quando iniziare a far lavare i denti ai bambini?

L’igiene orale dovrebbe iniziare ben prima della comparsa del primo dente. Gli esperti consigliano di pulire le gengive del neonato con un panno morbido e umido o con una garza dopo l’allattamento, per rimuovere i batteri e prevenire l’accumulo di placca. Non appena spuntano i primi dentini, di solito intorno ai 6 mesi, è il momento di introdurre uno spazzolino da denti adatto alla loro età.

L’abitudine quotidiana alla pulizia orale dovrebbe essere instaurata sin da piccoli, per rendere il lavaggio dei denti una pratica naturale e divertente. Ricordate, l’imitazione gioca un ruolo fondamentale in questa fase: vedere i genitori prendersi cura dei propri denti può stimolare i bambini a fare lo stesso.

Come fare lavaggio denti bambini?

Iniziare con spazzolini morbidi e di piccole dimensioni, specifici per l’età del bambino, è essenziale per non danneggiare le gengive sensibili. Ne puoi trovare con impugnature adatte al bambino, per entrambe la mani. Insegna loro a spazzolare i denti con movimenti dolci e circolari, coprendo tutte le superfici dei denti. È importante trasformare questa attività in un momento piacevole, magari inventando una canzone sul lavaggio dei denti o utilizzando un timer per assicurarsi che continuino a spazzolare per almeno due minuti.

La supervisione di un adulto è cruciale fino a che il bambino non abbia acquisito la manualità e la responsabilità necessarie per lavarsi i denti da solo: ci vogliono diversi anni, quindi sii paziente e persisti nell’essere d’esempio. Fino ad allora, assicurati di dare una “ripassata” ai loro denti dopo che hanno terminato, per garantire che ogni angolo sia stato pulito correttamente.

lavaggio denti bambini

Come si lavano i primi dentini?

I primi dentini richiedono attenzione particolare poiché segnano l’inizio dell’abitudine all’igiene orale. Utilizzare uno spazzolino morbido con solo acqua nelle prime fasi è sufficiente. È importante concentrarsi sulle gengive, i denti e anche sulla lingua, dove si possono accumulare batteri. Ci sono alcuni dentifrici molto delicati, apposta per bambini: se decidi di usarli, assicurati di metterne molto poco, giusto per dare un pizzico di piacere in più al bambino.

Iniziate con brevi sessioni di spazzolamento, aumentando gradualmente il tempo man mano che il bambino si abitua. Ricordate sempre di rendere l’esperienza positiva, elogiando il bambino per il suo impegno nel mantenere i denti puliti.

Quando usare il dentifricio nei bambini?

L’introduzione del dentifricio dovrebbe avvenire non appena compare il primo dente, ma è fondamentale scegliere un dentifricio specifico per bambini, con una quantità limitata di fluoro. Inizialmente, usate una quantità di dentifricio grande quanto un chicco di riso, aumentando a una quantità simile a un pisello intorno ai 3 anni di età.

Il dentifricio al fluoro aiuta a prevenire la carie dentale, ma è importante assicurarsi che i bambini non ne ingoino troppo. Insegnate loro a sputare il dentifricio anziché ingoiarlo e a non risciacquare immediatamente la bocca dopo lo spazzolamento, per permettere un lavaggio più efficace.

Perché non si dà più il fluoro ai bambini?

Negli ultimi anni, l’uso del fluoro nei bambini è stato oggetto di dibattito. Sebbene il fluoro sia riconosciuto per la sua efficacia nella prevenzione della carie, un’eccessiva esposizione nei primi anni di vita può portare a una condizione nota come fluorosi dentale, caratterizzata da lievi discromie sui denti. È per questo che il dosaggio di fluoro nel dentifricio per bambini è molto inferiore rispetto a quello per adulti e perché si raccomanda cautela nell’uso di supplementi di fluoro.

Come lavare i denti da latte?

I denti da latte, pur essendo temporanei, giocano un ruolo cruciale nello sviluppo orale e generale del bambino. Mantenerli puliti previene la carie, che può causare dolore e problemi di alimentazione, e garantisce lo spazio adeguato per la crescita dei denti permanenti. Spazzolate i denti da latte almeno due volte al giorno, utilizzando uno spazzolino morbido e un dentifricio adatto all’età, e non dimenticate di pulire anche la lingua per rimuovere i batteri che causano alitosi.

Ricorda di portare il tuo bambino a una prima visita dal dentista dopo qualche mese dal primo dentino, così da capire come sta andando la crescita della bocca.

Noi siamo con te.

Noi di Genitore Informato comprendiamo le sfide e le preoccupazioni che accompagnano la crescita dei vostri figli. Siamo qui per supportarvi in ogni passo del loro sviluppo, offrendovi guide, corsi e consulenze personalizzate. Ricordate, instaurare buone abitudini di igiene orale nei vostri bambini è un investimento nella loro salute futura. Non esitate a contattarci per qualsiasi dubbio o necessità: insieme, possiamo assicurare il benessere dei vostri piccoli.

Educare i bambini al corretto lavaggio dei denti può sembrare un compito arduo, ma con pazienza, coerenza e un po’ di creatività, diventerà una parte divertente e imprescindibile della loro routine quotidiana. Ricordate, il miglior insegnamento che potete dare ai vostri figli è l’esempio: mostrate loro l’importanza di prendersi cura della propria salute orale ogni giorno.

Fonti

The use of fluoride in infants and children. Paediatr Child Health. 2002 Oct;7(8):569-82. doi: 10.1093/pch/7.8.569. PMID: 20046469; PMCID: PMC2798610.

Dott.ssa Claudia Denti

Laureata in Scienze dell’Educazione, si occupa di aiutare i genitori a crescere bambini sani e felici secondo principi validati dalla comunità scientifica.
Fondatrice di Genitore Informato e ideatrice del metodo Sonno Felice - certificata Sonno Sicuro e Primo Soccorso Pediatrico - supporta i genitori nel loro viaggio dal 2014.

Dott. Severino Cirillo

Laureato in Community Health, è il CEO di Genitore Informato e si occupa di validare l'informazione scientifica del blog e coordinare il team di esperti della redazione, composto da ginecologi, ostetriche, psicoterapeuti e altre figure del benessere e della salute in gravidanza, perinatale e genitoriale.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}