fbpx

Legamento rotondo: conosciamoci meglio!

di Severino Cirillo, Febbraio 28, 2024

Nell’articolo di oggi tratteremo un argomento di grande interesse per molte donne: il legamento rotondo. Un elemento fondamentale della anatomia femminile che spesso passa inosservato finché non si manifestano dolori o problemi legati alla sua funzione. Scopriamo insieme i dettagli di questa importante struttura.

Che cos’è il legamento rotondo?

Il legamento rotondo è una struttura anatomica importante nel corpo femminile. Si tratta di un cordone fibromuscolare che ha origine sui lati dell’utero e si estende attraverso il canale inguinale fino ai grandi labbra, nella zona genitale esterna. Il suo ruolo principale è quello di mantenere l’utero in posizione antiversa, cioè leggermente inclinato in avanti, una condizione considerata normale nella maggior parte delle donne.

Durante la gravidanza, il legamento rotondo acquista notevole importanza. Con l’avanzare dei mesi e l’aumento delle dimensioni dell’utero, questo legamento si estende e si adatta per sostenere l’utero stesso. A volte, il rapido aumento di volume e peso può causare una sensazione di tensione o dolore, nota come “dolore del legamento rotondo”, un fenomeno comune e generalmente non preoccupante che si verifica durante la gravidanza.

Dove fa male il legamento rotondo?

Il dolore al legamento rotondo è un sintomo spesso riportato dalle donne incinte, in particolare durante il secondo trimestre di gravidanzap0. Questo dolore si manifesta come un fastidio o una sensazione di tiraggio, generalmente localizzata nella regione inferiore dell’addome o nelle zone inguinali. Il disagio può essere accentuato da movimenti bruschi, cambi di posizione, starnuti o tosse e di solito scompare con il riposo o il cambio di posizione.

Sebbene il dolore del legamento rotondo sia comunemente associato alla gravidanza, può essere avvertito anche al di fuori di questo contesto, in caso di sollecitazioni particolari o patologie specifiche che coinvolgono l’apparato riproduttivo femminile. È tuttavia importante consultare un medico per una corretta diagnosi, poiché il dolore pelvico può essere sintomo di diverse condizioni.

A cosa servono i legamenti utero sacrali?

I legamenti utero sacrali sono un altro gruppo di legamenti importanti situati nella pelvi femminile. Originano nella parte posteriore dell’utero, vicino al collo dell’organo, e si estendono verso il sacro, una parte della colonna vertebrale. Il loro compito principale è quello di sostenere l’utero e mantenerlo allineato con il resto dell’apparato genitale. Sono strutture chiave per il mantenimento della stabilità e della corretta posizione degli organi pelvici.

In alcune situazioni, come nella presenza di endometriosi o altre condizioni patologiche, i legamenti utero sacrali possono essere interessati da processi infiammatori o da formazione di tessuto cicatriziale, causando dolore e disagio. Inoltre, il loro ruolo è cruciale durante la gravidanza e il parto, poiché devono adattarsi alle modifiche dell’utero in espansione, mantenendone la corretta posizione.

Quali sono i legamenti dell’utero?

L’utero è sostenuto e mantenuto in posizione da una rete complessa di legamenti che comprende, oltre al già menzionato legamento rotondo e ai legamenti utero sacrali, anche i legamenti cardinali e i legamenti larghi. Questi ultimi si estendono dai lati dell’utero fino alle pareti laterali della pelvi e contribuiscono a sostenere i vasi sanguigni, le tube di Falloppio e le ovaie.

I legamenti cardinali, noti anche come legamenti del Mackenrodt, sono considerati i principali legamenti di sostegno dell’utero. Si trovano nella base del legamento largo e si estendono verso il tessuto connettivo della pelvi. Tutti questi legamenti lavorano insieme per garantire che l’utero rimanga in posizione e per fornire supporto durante il movimento e le varie fasi della vita riproduttiva della donna.

Quanto tempo ci mette a guarire un legamento?

La guarigione di un legamento può variare significativamente a seconda dell’estensione e della gravità del danno. In caso di stiramenti leggeri, il recupero può richiedere poche settimane, mentre per lesioni più serie o rotture, il processo di guarigione può estendersi per mesi. È fondamentale che ogni lesione venga valutata da un professionista. Il trattamento può includere riposo, terapie fisiche, supporti ortopedici e, in alcuni casi, interventi chirurgici.

La riabilitazione gioca un ruolo cruciale nel recupero dei legamenti. Attraverso esercizi mirati e terapie come la fisioterapia, si lavora per restaurare la forza e la flessibilità dei legamenti danneggiati, così come per prevenire lesioni future. La pazienza e il seguire scrupolosamente i consigli dei professionisti sono essenziali per una guarigione ottimale.

Dove finisce il legamento rotondo dell’utero?

Il legamento rotondo, partendo dai corni dell’utero, percorre un cammino attraverso il canale inguinale per giungere infine alla regione dei grandi labbra. Il termine del suo percorso si trova proprio nell’area del tessuto sottocutaneo dei grandi labbra, dove si dirama e perde la sua struttura compatta. Questa collocazione finale permette al legamento rotondo di esercitare la sua funzione di supporto e di mantenimento dell’utero in posizione antiversa.

Ricordiamo che, nonostante la sua piccola dimensione rispetto ad altri legamenti del corpo, il legamento rotondo gioca un ruolo di fondamentale importanza nella salute riproduttiva femminile. Pertanto, qualsiasi segnale inusuale o dolore che si dovesse manifestare in questa area dovrebbe essere valutato da un medico specializzato.

Noi siamo con te.

Noi di Genitore Informato, ci impegniamo a offrirvi contenuti accurati e informativi per accompagnare ogni fase della vostra esperienza genitoriale, dal periodo fertile, al preparto, alla vita con i bambini. Offriamo guide, corsi e, per consulenze personalizzate o per approfondire ulteriori argomenti, non esitate a contattarci.

Fonti

Chaudhry SR, Chaudhry K. Anatomy, Abdomen and Pelvis: Uterus Round Ligament. [Updated 2023 Jul 24]. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2024 Jan-. Available from: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK499970/

Dott.ssa Claudia Denti

Esperta di Educazione, Sonno e Gestione del bambino. Laureata in Scienze dell'Educazione e Formazione, si occupa di aiutare i genitori a crescere bambini sani e felici secondo principi validati dalla comunità scientifica. Fondatrice di Genitore Informato e ideatrice del metodo Sonno Felice - certificata Sonno Sicuro e Primo Soccorso Pediatrico - supporta i genitori nel loro viaggio dal 2014.

Dott. Severino Cirillo

Esperto di Salute, Benessere ed Educazione. Laureato in Community Health, è il CEO di Genitore Informato e si occupa di validare l'informazione scientifica del blog e coordinare il team di esperti della redazione, composto da ginecologi, ostetriche, psicoterapeuti e altre figure del benessere e della salute in gravidanza, perinatale e genitoriale.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}