fbpx

Maturazione Femminile: Come Affrontare La Pubertà?

di Severino Cirillo, Maggio 17, 2024

La maturazione femminile è un processo complesso e affascinante che coinvolge cambiamenti fisici, ormonali e psicologici.

In questo articolo, esploreremo in dettaglio le varie fasi di questo percorso, dall’inizio della pubertà fino ai cambiamenti psicologici e fisici che le ragazze sperimentano.

Quando inizia la pubertà femminile?

La pubertà femminile generalmente inizia tra gli 8 e i 13 anni, anche se l’età esatta può variare ampiamente.

Alcuni studi, peraltro, stanno mostrando una pubertà precoce causata da vita sedentaria ed esposizione a dispositivi elettronici.

Secondo la Società Italiana di Pediatria (SIP), vari fattori, tra cui la genetica, lo stato di salute generale e ambiente epigenetico possono influenzare l’inizio della pubertà.

È interessante notare che le ragazze di solito entrano nella pubertà un po’ prima rispetto ai ragazzi. Questo periodo di transizione segna di fatto l’inizio della capacità di avere una gravidanza.

Uno dei primi segnali della pubertà è lo sviluppo dei seni, noto come telarca.

Questo fenomeno è spesso seguito dalla crescita dei peli pubici e ascellari.

Durante questo periodo, le ragazze iniziano anche a sperimentare cambiamenti emotivi e comportamentali, che possono essere confusi e talvolta stressanti.

È importante che noi genitori siamo attenti a questi cambiamenti per offrire il giusto supporto emotivo.

Fasi della maturazione femminile.

Lo sviluppo femminile durante la pubertà può essere suddiviso in diverse fasi.

La prima fase riguarda l’inizio della crescita del seno e la comparsa dei peli pubici.

Questa fase è generalmente accompagnata da un rapido aumento della statura, noto come “scatto di crescita“.

Secondo l’American Academy of Pediatrics (AAP), questa fase può durare fino a due anni.

La seconda fase coinvolge la maturazione degli organi riproduttivi, inclusi ovaie, utero e vagina.

Durante questa fase, le mestruazioni iniziano a comparire, un evento noto come menarca.

Il menarca solitamente avviene circa due anni dopo l’inizio dello sviluppo del seno.

Come abbiamo detto, questa fase segna la capacità biologica di concepire, anche se il sistema riproduttivo continua a maturare negli anni successivi.

Variazioni ormonali nello sviluppo femminile.

Le variazioni ormonali giocano un ruolo cruciale nella maturazione femminile.

Gli ormoni principali coinvolti sono gli estrogeni e il progesterone, prodotti dalle ovaie.

Secondo un rapporto del National Institutes of Health (NIH), gli estrogeni sono responsabili dello sviluppo delle caratteristiche sessuali secondarie, come il seno e la distribuzione del grasso corporeo.

Il progesterone, d’altra parte, prepara l’utero per una potenziale gravidanza dopo l’ovulazione.

Durante la pubertà, l’ipotalamo rilascia l’ormone di rilascio delle gonadotropine (GnRH), che stimola la ghiandola pituitaria a produrre gli ormoni luteinizzante (LH) e follicolo-stimolante (FSH).

Questi ormoni regolano la produzione di estrogeni e progesterone nelle ovaie (e sono usati anche nei cicli di PMA)

Questo equilibrio ormonale è fondamentale per il ciclo mestruale e la fertilità futura.

maturazione femminile

Come cambia il corpo in pubertà?

Il corpo femminile subisce numerosi cambiamenti durante la pubertà.

Oltre alla crescita del seno e dei peli corporei, molte ragazze notano un aumento della distribuzione del grasso nella zona dell’anca e delle cosce.

Questo cambiamento è legato agli estrogeni e serve a preparare il corpo per una potenziale gravidanza.

Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Adolescent Health, questi cambiamenti sono normali e fanno parte del processo di crescita.

Un altro cambiamento significativo è l’aumento di altezza e massa muscolare.

Durante questa crescita improvvisa, le ossa si allungano e il corpo assume una forma più adulta.

È anche comune che le ragazze sperimentino cambiamenti nella pelle, come l’acne, a causa dell’aumento degli ormoni androgeni.

Cambiamenti psicologici, come supportarla

I cambiamenti psicologici durante la pubertà possono essere altrettanto significativi quanto quelli fisici.

Le ragazze possono sperimentare sbalzi d’umore, ansia e insicurezze legate al loro aspetto fisico e alle nuove responsabilità sociali.

Per supportare le loro figlie, i genitori dovrebbero mantenere una comunicazione aperta e onesta.

È fondamentale ascoltare senza giudicare e offrire rassicurazioni.

Coinvolgere le ragazze in attività sportive o artistiche può anche aiutare a migliorare la loro autostima e a gestire lo stress.

Se necessario, valuta di consultare un professionista della salute mentale, perché può essere una buona opzione per affrontare eventuali problemi più gravi.

Quando fare la prima visita dal ginecologo

La prima visita dal ginecologo è una tappa importante nella vita di una giovane donna.

L’American College of Obstetricians and Gynecologists (ACOG) raccomanda che le ragazze facciano la loro prima visita ginecologica tra i 13 e i 15 anni.

Questa visita iniziale è generalmente una discussione informativa piuttosto che un esame fisico completo, a meno che non ci siano problemi specifici da affrontare.

Durante questa visita, il ginecologo può fornire informazioni su cosa aspettarsi durante la pubertà, discutere di salute mestruale e rispondere a qualsiasi domanda la giovane possa avere.

Corretta alimentazione e ciclo mestruale

Una corretta alimentazione è fondamentale durante la pubertà, specialmente per supportare un ciclo mestruale regolare e sano.

Una dieta equilibrata ricca di frutta, verdura, proteine magre e cereali integrali può aiutare a gestire i sintomi del ciclo mestruale, come crampi e sbalzi d’umore.

È anche importante assicurarsi che le ragazze ricevano un adeguato apporto di ferro, calcio e vitamina D.

Il ferro è particolarmente importante perché le perdite mestruali possono portare a una carenza di questo minerale, causando anemia.

Gli alimenti ricchi di ferro includono carne rossa magra, legumi e verdure a foglia verde. Il calcio e la vitamina D sono essenziali per la salute delle ossa, in quanto il picco di densità ossea si raggiunge durante l’adolescenza.

Attività fisica per la massa e la densità ossea

L’attività fisica è essenziale per lo sviluppo della massa e della densità ossea durante la pubertà. Esercizi di carico come camminare, correre e saltare possono aiutare a costruire ossa forti, oltre agli esercizi di resistenza, come il sollevamento pesi, possono portare benefici.

Noi siamo con voi.

Noi di Genitore Informato ti offriamo guide, corsi e consulenze personalizzate per aiutare le famiglie a navigare attraverso questi importanti capitoli della vita. Ricorda, la chiave è la comunicazione aperta e il sostegno continuo. Noi siamo con voi.

Fonti

1. https://sip.it/2019/01/10/puberta-precoce-e-anticipata/
2. https://www.apa.org/pi/families/resources/develop.pdf

Dott.ssa Claudia Denti

Esperta di Educazione, Sonno e Gestione del bambino. Laureata in Scienze dell'Educazione e Formazione, si occupa di aiutare i genitori a crescere bambini sani e felici secondo principi validati dalla comunità scientifica. Fondatrice di Genitore Informato e ideatrice del metodo Sonno Felice - certificata Sonno Sicuro e Primo Soccorso Pediatrico - supporta i genitori nel loro viaggio dal 2014.

Dott. Severino Cirillo

Esperto di Salute, Benessere ed Educazione. Laureato in Community Health, è il CEO di Genitore Informato e si occupa di validare l'informazione scientifica del blog e coordinare il team di esperti della redazione, composto da ginecologi, ostetriche, psicoterapeuti e altre figure del benessere e della salute in gravidanza, perinatale e genitoriale.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}