fbpx

Dicembre 29, 2023

Il morso inverso, o malocclusione inversa, è un disallineamento dei denti che può portare a complicazioni sia estetiche sia funzionali. Oggi approfondiamo il tema del morso inverso per capire le sue cause, le opzioni di trattamento e le soluzioni specifiche per i bambini. Ricorda sempre che un buon articolo non sostituirà mai una visita dal vostro pediatra e poi da uno specialista.

Cosa provoca il morso inverso?

Il morso inverso può essere causato da una serie di fattori, che generalmente si manifestano durante l’infanzia. Tra i motivi si annoverano fattori genetici, abitudini orali come il succhiamento prolungato del pollice o l’uso eccessivo di ciucci, nonché una crescita asimmetrica delle ossa mascellari. Questo tipo di morso può anche essere il risultato di una perdita prematura di denti decidui, che può portare a uno spostamento dei denti adiacenti e a un allineamento improprio dei denti permanenti.

Un’altra causa comune è la discrepanza dimensionale tra l’arcata dentale superiore e quella inferiore, dove la mandibola può essere più grande o più avanzata rispetto al mascellare, portando così a un morso inverso anteriore. Il problema può anche essere attribuito a un trauma facciale che incide sulla struttura ossea, o a disturbi come la labiopalatoschisi, che influenzano lo sviluppo del viso.

Come si cura il morso inverso?

La cura del morso inverso dipende dall’età del paziente e dal grado di severità della malocclusione. Nel caso degli adulti, il trattamento può essere più complesso e spesso richiede l’intervento di apparecchi ortodontici o persino la chirurgia per correggere il disallineamento. Gli apparecchi ortodontici mobili o fissi sono utilizzati per spostare delicatamente i denti nella posizione corretta, mentre la chirurgia è considerata solo in casi estremamente severi, dove si necessita di modificare la struttura ossea sottostante.

In alcuni casi, possono essere prescritti esercizi di ortofonologia o terapie miofunzionali per correggere abitudini orali dannose e stimolare una crescita corretta della struttura ossea e dei muscoli orali. È fondamentale un approccio interdisciplinare che possa comprendere la collaborazione di ortodontisti, chirurghi maxillo-facciali e logopedisti per garantire il risultato più efficace e funzionale.

Come correggere il morso inverso nei bambini?

Nei bambini, è essenziale intervenire precocemente per correggere il morso inverso, approfittando della crescita naturale per guidare lo sviluppo corretto delle ossa mascellari e l’allineamento dei denti. L’uso di apparecchi ortodontici specifici per bambini, come il quad-helix o l’espansore palatino, può essere molto efficace nel ridurre o eliminare il problema prima che si solidifichi con la crescita.

Il trattamento precoce è vantaggioso perché le ossa dei bambini sono ancora in via di sviluppo, il che rende più facile la correzione del morso inverso. Gli ortodontisti possono prescrivere il trattamento più adatto basandosi sulla diagnosi individuale e sull’età del bambino. La fedeltà del piccolo paziente al trattamento è cruciale per il suo successo, quindi è importante coinvolgere i bambini nel processo educandoli sull’importanza dell’ortodonzia e su come mantenerla.

morso inverso

Che cos’è il morso incrociato?

Il morso incrociato è un altro modo di chiamare questa malocclusione dove i denti superiori mordono all’interno dei denti inferiori. Questo può accadere su un lato (morso incrociato unilaterale) o su entrambi i lati (morso incrociato bilaterale) della bocca. Il morso incrociato può essere anteriore, se riguarda i denti frontali, o posteriore, se riguarda i molari o i premolari.

Questa condizione può portare a usura anomala dei denti, difficoltà nella masticazione, dolore articolare e potenzialmente a una simmetria facciale irregolare. È importante trattare il morso incrociato il prima possibile per prevenire complicazioni a lungo termine, e i trattamenti possono variare da apparecchi ortodontici mobili a soluzioni fisse, a seconda dell’età del paziente e della gravità del morso incrociato.

Quanto costa l’apparecchio per il morso inverso?

Il costo di un apparecchio per il morso inverso varia ampiamente a seconda del tipo di dispositivo, della durata necessaria del trattamento e del paese in cui si effettua la terapia. In generale, i prezzi possono variare da qualche centinaio a diverse migliaia di euro. I dispositivi mobili tendono ad essere meno costosi rispetto agli apparecchi fissi, ma potrebbero non essere adeguati per correggere casi più severi di morso inverso.

È importante considerare che, spesso, le assicurazioni sanitarie coprono una parte del costo degli apparecchi ortodontici, soprattutto per i pazienti più giovani, anche se purtroppo queste assicurazioni non sono molto comuni in Italia, grazie al sistema sanitario nazionale che, almeno a livello teorico, dovrebbe offrire moltissime cure a titolo gratuito. Purtroppo, non è più così e se le cose continuano nel trend che hanno preso, lo sarà sempre meno. Valutare un’assicurazione sanitaria per la famiglia può essere una buona idea, se ne trovi una adatta ai vostri bisogni.

Inoltre, molti ortodontisti tendono a offrire piani di pagamento rateale per rendere il trattamento più accessibile. La cosa migliore è di consultare il proprio dentista per ricevere un preventivo dettagliato e di verificare con la propria assicurazione (se ce l’hai) cosa è incluso nella copertura.

Quando è necessario mettere il dilatatore palato?

Il dilatatore palatino è comunemente prescritto nei casi di morso incrociato posteriore e quando si osserva una palatoschisi (palato stretto). Questo dispositivo ha lo scopo di allargare l’arcata dentale superiore per correggere il morso incrociato e facilitare un allineamento adeguato dei denti. Di solito, è raccomandato nei bambini e negli adolescenti poiché è più efficace durante la crescita e prima che le strutture ossee del volto si siano completamente fuse.

Il momento ottimale per l’installazione del dilatatore è individuale e dovrebbe essere determinato sempre da un ortodontista dopo un’accurata valutazione. Come abbiamo detto, se questi interventi vengono fatti durante la crescita, i risultati saranno migliori rispetto all’esecuzione da adulti, quando le ossa sono completamente formate.

Noi siamo con te.

Noi di Genitore Informato siamo qui per supportare ogni passo del percorso della genitorialità offrendo consulenze personalizzate, risorse educative e supporto per garantire che ogni famiglia si senta informata, confortata e capace di prendere le decisioni migliori per i propri figli.

Ricordatevi che non siete soli in questo viaggio. Noi siamo con voi.

Fonti

Watkinson S, Harrison JE, Furness S, Worthington HV. Orthodontic treatment for prominent lower front teeth (Class III malocclusion) in children. Cochrane Database Syst Rev. 2013 Sep 30;(9):CD003451. doi: 10.1002/14651858.CD003451.pub2. PMID: 24085611.

Dott.ssa Claudia Denti

Laureata in Scienze dell’Educazione, si occupa di aiutare i genitori a crescere bambini sani e felici secondo principi validati dalla comunità scientifica.
Fondatrice di Genitore Informato e ideatrice del metodo Sonno Felice - certificata Sonno Sicuro e Primo Soccorso Pediatrico - supporta i genitori nel loro viaggio dal 2014.

Dott. Severino Cirillo

Laureato in Community Health, è il CEO di Genitore Informato e si occupa di validare l'informazione scientifica del blog e coordinare il team di esperti della redazione, composto da ginecologi, ostetriche, psicoterapeuti e altre figure del benessere e della salute in gravidanza, perinatale e genitoriale.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}