fbpx

Perdite Bianche Prima Del Ciclo: sono incinta?

di Severino Cirillo, Aprile 16, 2024

Hai delle perdite bianche prima del ciclo e vuoi sapere se sei incinta?

In questo articolo parleremo di quanti giorni prima del ciclo ci sono perdite bianche, quali perdite sono normali e quali no, come distinguere le perdite preciclo da perdite da gravidanza, come capire dal muco se sta arrivando il ciclo e come escludere di essere incinta.

Perché ho la leucorrea?

Le perdite bianche prima del ciclo, o leucorrea, sono un fenomeno normale del ciclo mestruale.

Queste iniziano a manifestarsi circa una settimana prima dell’inizio del ciclo e sono dovute all’aumento della produzione di progesterone.

Questo ormone prepara l’utero per un’eventuale gravidanza.

Queste perdite possono variare in quantità e consistenza a seconda del momento del ciclo e dell’individuo.

perdite bianche prima del ciclo

Quanti giorni prima del ciclo ci sono le perdite bianche?

Nel caso le perdite siano granulose e con cattivo odore, potrebbero essere il sintomo di un’infezione vaginale.

Se invece sono più limpide e dalla consistenza più gelatinosa, si tratta di secrezioni vaginali prodotte durante la fase più fertile dell’ovulazione.

Le secrezioni genitali normali sono composte da liquidi che passano attraverso le pareti delle mucose, secrezioni dalle ghiandole e cellule della pelle interna della vagina che si staccano.

La quantità e la consistenza di queste secrezioni cambiano con i livelli ormonali e possono aumentare in momenti come l’ovulazione, prima del ciclo mestruale, durante la gravidanza o se si usano contraccettivi orali.

Di solito non causano sintomi, se non per via della loro abbondanza.

Le secrezioni sane sono chiare o bianche, non si attaccano alle pareti della vagina e si possono trovare accumulate in una zona interna della vagina.

Non hanno un odore forte, sono acide (con un pH inferiore a 4.5) e contengono molte cellule della pelle quando osservate al microscopio.

Quali perdite sono normali e quali no?

Le principali cause di secrezioni vaginali anormali (come le perdite gialle) sono infezioni nella vagina o nel collo dell’utero.

Ecco una tabella con le principali – ma non esaustive – cause di perdite vaginali

Ecco una tabella che elenca alcuni tipi di perdite vaginali comuni e le possibili cause:

Tipo di Perdita VaginalePossibili Cause
Bianche o Lattiginose– Infezioni da lieviti (candidosi vaginale)
– Cambiamenti nei livelli ormonali durante il ciclo mestruale o la gravidanza
Chiare e Filanti– Ovulazione
– Cambiamenti ormonali durante il ciclo mestruale
Gialle o Verdi– Infezioni batteriche, come la vaginosi batterica
– Tricomoniasi (infezione da Trichomonas vaginalis)
Sangue– Mestruazioni
– Trauma vaginale (es. rapporti sessuali intensi)
Rosate– Spotting intermestruale
– Implantazione dell’ovulo fertilizzato
Trasparenti o Appiccicose– Secrezioni normali durante l’ovulazione o l’eccitazione sessuale
– Secrezioni fisiologiche normali senza particolari cause
Grigie– Vaginosi batterica
– Tricomoniasi
Pruriginose o Maleodoranti– Infezioni da lieviti
– Vaginosi batterica
– Tricomoniasi
Spumose– Tricomoniasi
– Infezioni batteriche come la vaginosi batterica

Le infezioni vaginali possono essere causate da batteri come Gardnerella vaginalis, il parassita Trichomonas vaginalis e il fungo Candida albicans.

Le infezioni che colpiscono il collo dell’utero sono causate da microrganismi come Neisseria gonorrhoeae e Chlamydia trachomatis, da Herpes simplex.

Altre cause di secrezioni vaginali anormali che non sono dovute a infezioni includono infiammazione vaginale dovuta all’età, corpi estranei, tumori, irritazioni causate da allergie o lesioni, e irritazioni dovute a dispositivi contraccettivi inseriti nell’utero.

Spesso, nelle donne che vanno dal medico per problemi di vaginite, si scopre che hanno una condizione chiamata vaginosi batterica.

Questa condizione, che prima era conosciuta come vaginite da Haemophilus e talvolta è chiamata impropriamente “vaginite non specifica” è oggi associata al batterio Gardnerella.

Come distinguere le perdite bianche prima del ciclo o da gravidanza?

Le perdite bianche prima del ciclo potrebbero anche essere un segnale di gravidanza.

Durante la gravidanza, l’utero produce una maggior quantità di muco cervicale per proteggere il feto.

Questo può causare perdite bianche più abbondanti del solito.

Se le perdite bianche si accompagnano a ritardo mestruale, seno gonfio e doloroso, nausea e stanchezza, potrebbe trattarsi di una gravidanza.

In ogni caso, l’unico metodo sicuro per confermare una gravidanza è il test di gravidanza, inutile affidarsi a predizioni o metodi della nonna.

Perché non mi viene il ciclo ma ho perdite bianche?

Se noti perdite bianche prima del ciclo e poi il ciclo non arriva, ci possono essere diverse spiegazioni.

Potrebbe trattarsi di uno squilibrio ormonale, di stress, di una variazione di peso o di un problema di salute più serio.

In alcuni casi, le perdite bianche in assenza di mestruazioni possono indicare una gravidanza.

Come abbiamo già detto, l’unico modo per avere la certezza di essere incinta – o di non esserlo – è fare un test di gravidanza.

Se noti altri sintomi, come dei fastidi genitali o dolori al basso ventre, probabilmente una visita ginecologica potrebbe aiutarti a capire la vera causa delle perdite.

Come capire dal muco se sta arrivando il ciclo?

Il muco cervicale cambia durante il ciclo mestruale.

Prima dell’ovulazione diventa più chiaro, elastico e filante, simile al bianco d’uovo.

Dopo l’ovulazione, diventa più spesso e opaco.

Se osservi questi cambiamenti nel muco cervicale, è probabile che il ciclo stia per arrivare.

Puoi anche usare dei tracciatori del ciclo, se hai bisogno di tenere sotto controllo la tua regolarità.

Com’è il muco i primi giorni di gravidanza?

Nei primi giorni di gravidanza, il muco cervicale può diventare più abbondante e assumere una consistenza cremosa.

Questo è dovuto all’aumento della produzione di progesterone, ma una situazione simile si può avere anche nei giorni di ovulazione e nei picchi di fertilità durante il mese.

Per questo è difficile distinguere le perdite bianche prima del ciclo o durante i primi giorni della gravidanza.

Inoltre, non tutte le donne sperimentano questo cambiamento e la consistenza del muco può comunque variare da donna a donna.

Come capire se c’è stato l’impianto?

L’impianto è il processo tramite il quale l’embrione si attacca alla parete dell’utero.

Questo avviene generalmente 6-12 giorni dopo il concepimento.

Alcune donne possono sperimentare un leggero sanguinamento o spotting, noto come sanguinamento da impianto.

Tuttavia, non tutte le donne sperimentano questo fenomeno e l’unico modo sicuro per confermare una gravidanza è, come già ripetuto, il test di gravidanza.

Difficilmente tu sarai in grado di comprenderlo dalle perdite bianche prima del ciclo.

La stessa situazione vale sia per l’attecchimento durante una gravidanza naturale o con PMA.

Come escludere di essere incinta?

Come abbiamo già detto Il test di gravidanza, che rileva la presenza dell’ormone beta hcg nelle urine o nel sangue, è il metodo più affidabile per confermare o escludere una gravidanza.

La beta hcg è una frazione della gonadotropina corionica umana, prodotta dalla placenta con l’obiettivo di garantire un ambiente idoneo allo sviluppo embrionale.

Questo test è quindi essenziale per determinare con certezza l’avvenuto concepimento.

Noi siamo con te.

Ricorda, ogni corpo è unico e ciò che è normale per una persona può non esserlo per un’altra.

Se hai dubbi o preoccupazioni riguardo ai tuoi sintomi o al tuo ciclo mestruale, non esitare a cercare aiuto medico.

Qui su Genitore Informato, siamo qui per supportare e guidare te in ogni fase del tuo viaggio.

Offriamo guide, corsi e consulenze personalizzate per aiutarti a navigare nel mondo della salute e del benessere da prima del concepimento a quando il bambino è nato.

Non sei mai sola in questo percorso, noi siamo con te.

Cos’è la leucorrea?

La leucorrea, o perdite bianche, sono normali durante il ciclo mestruale. Queste sono dovute all’aumento della produzione di progesterone, che prepara l’utero per una possibile gravidanza.

Quando compaiono le perdite bianche prima del ciclo?

Le perdite bianche si manifestano circa una settimana prima del ciclo mestruale e possono variare in quantità e consistenza a seconda del momento del ciclo e dell’individuo. Perdite granulose e maleodoranti potrebbero indicare un’infezione vaginale, mentre quelle limpide e gelatinose sono tipiche della fase fertile dell’ovulazione.

Quali perdite vaginali sono considerate normali?

Le perdite normali possono variare in base al ciclo mestruale, alla gravidanza o all’uso di contraccettivi. Secrezioni chiare o bianche senza odore forte, appiccicose ma non granulose, sono considerate normali.

Come distinguere le perdite bianche prima del ciclo da quelle dovute a gravidanza?

Le perdite bianche possono essere un segnale di gravidanza se accompagnate da altri sintomi come ritardo mestruale, seno gonfio, nausea e stanchezza. Tuttavia, l’unico modo sicuro per confermare una gravidanza è tramite un test di gravidanza.

Cosa fare se ho perdite bianche ma il ciclo non arriva?

Se si hanno perdite bianche e il ciclo non arriva, potrebbero esserci varie spiegazioni, tra cui squilibri ormonali, stress o problemi di salute più seri. In alcuni casi, potrebbe anche indicare una gravidanza.

Come capire se il ciclo sta per arrivare osservando il muco cervicale?

Il muco cervicale cambia durante il ciclo mestruale diventando più chiaro, elastico e filante prima dell’ovulazione, mentre diventa più spesso e opaco dopo l’ovulazione.

Come escludere di essere incinta?

Il modo più affidabile per escludere una gravidanza è tramite un test di gravidanza che rileva la presenza dell’ormone beta hCG nelle urine o nel sangue.

Fonti

1. Bishop GB. Vaginal Discharge. In: Walker HK, Hall WD, Hurst JW, editors. Clinical Methods: The History, Physical, and Laboratory Examinations. 3rd edition. Boston: Butterworths; 1990. Chapter 172. Available from: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK281/
2. Vanishree L. Rao, Tahir Mahmood, Vaginal discharge, Obstetrics, Gynaecology & Reproductive Medicine, https://doi.org/10.1016/j.ogrm.2019.10.004.

Dott.ssa Claudia Denti

Esperta di Educazione, Sonno e Gestione del bambino. Laureata in Scienze dell'Educazione e Formazione, si occupa di aiutare i genitori a crescere bambini sani e felici secondo principi validati dalla comunità scientifica. Fondatrice di Genitore Informato e ideatrice del metodo Sonno Felice - certificata Sonno Sicuro e Primo Soccorso Pediatrico - supporta i genitori nel loro viaggio dal 2014.

Dott. Severino Cirillo

Esperto di Salute, Benessere ed Educazione. Laureato in Community Health, è il CEO di Genitore Informato e si occupa di validare l'informazione scientifica del blog e coordinare il team di esperti della redazione, composto da ginecologi, ostetriche, psicoterapeuti e altre figure del benessere e della salute in gravidanza, perinatale e genitoriale.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}