fbpx

Dicembre 27, 2023

La pillola del giorno dopo è un argomento di grande rilevanza nella salute sessuale e riproduttiva. In questo articolo, affronteremo questa tematica in maniera approfondita e dettagliata. Cominciamo subito!

Quanto tempo ho per prendere la pillola del giorno dopo?

Innanzitutto, è importante chiarire il tempo entro cui è possibile assumere la pillola del giorno dopo. Questo contraccettivo d’emergenza è più efficace se preso il prima possibile dopo un rapporto sessuale non protetto o in caso di fallimento del metodo contraccettivo utilizzato. Esistono due tipi principali di pillola del giorno dopo: una a base di levonorgestrel e l’altra a base di ulipristal acetato.

La pillola contenente levonorgestrel deve essere assunta preferibilmente entro 12 ore dal rapporto, ma può essere efficace fino a 72 ore (3 giorni). Invece, la pillola a base di ulipristal acetato può essere utilizzata fino a 120 ore (5 giorni) dopo il rapporto. Tuttavia, l’efficacia di entrambe le pillole diminuisce con il passare del tempo, per cui è consigliabile agire rapidamente.

Naturalmente, bisogna essere consapevoli di aver avuto un problema con il rapporto, oppure muoversi in anticipo, sapendo di aver avuto un rapporto non protetto. Il nostro consiglio è sempre di avere rapporti protetti, specialmente se non si vogliono rischiare malattie sessualemente trasmissibili e gravidanze indesiderate.

Quando non funziona la pillola del giorno dopo?

Ci sono alcune circostanze in cui la pillola del giorno dopo potrebbe non essere efficace. Se una donna è già incinta, la pillola non avrà alcun effetto sull’interrompere la gravidanza. Inoltre, il sovrappeso o l’obesità possono ridurre l’efficacia della pillola del giorno dopo, in particolare quella a base di levonorgestrel. Alcuni farmaci o integratori, come per esempio quelli per l’epilessia, possono interagire e diminuire l’efficacia della pillola.

È anche possibile che la pillola non funzioni se assunta oltre il periodo di tempo raccomandato. Per questo motivo, in caso di dubbi o se si rientra in una delle situazioni sopra descritte, è importante consultare un professionista sanitario che possa fornirti consigli specifici e valutare l’opportunità di utilizzo di altri metodi contraccettivi d’emergenza, come il dispositivo intrauterino.

pillola del giorno dopo

Quali sono gli effetti collaterali della pillola del giorno dopo?

Gli effetti collaterali della pillola del giorno dopo sono generalmente lievi e temporanei. Tra i più comuni si annoverano nausea, stanchezza, mal di testa, dolore al basso ventre, vertigini e ritardi o irregolarità nel ciclo mestruale successivo. In alcuni casi, può verificarsi anche vomito; se ciò accade entro due ore dall’assunzione della pillola, è necessario contattare un medico, in quanto potrebbe essere necessario ripetere la dose.

Nonostante questi effetti collaterali possano essere fastidiosi, è fondamentale sottolineare che la pillola del giorno dopo è una misura sicura per prevenire una gravidanza non pianificata. Gli effetti a lungo termine sulla fertilità sono inesistenti, e l’uso occasionale di questo contraccettivo d’emergenza non è dannoso per la salute.

Quante volte nella vita si può prendere la pillola del giorno dopo?

La pillola del giorno dopo è stata progettata per essere un metodo contraccettivo d’emergenza e non per un utilizzo regolare. Nonostante non ci siano limiti specifici sul numero di volte che una donna può ricorrere a questo metodo, è consigliabile utilizzare un contraccettivo regolare per gestire la contraccezione in maniera più efficace e prevedibile. L’uso ripetuto della pillola del giorno dopo può portare a irregolarità mestruali e non offre protezione dalle malattie sessualmente trasmissibili.

In caso di necessità frequenti di ricorrere alla pillola del giorno dopo, è opportuno discutere con un medico o un consulente specializzato in contraccezione per trovare una soluzione contraccettiva più adeguata alle proprie esigenze e stile di vita.

Quante probabilità ci sono di rimanere incinta avendo preso la pillola del giorno dopo?

La probabilità di rimanere incinta nonostante l’assunzione della pillola del giorno dopo è generalmente bassa, ma non è pari a zero. La pillola a base di levonorgestrel previene circa l’85% delle gravidanze previste se presa entro 72 ore dal rapporto non protetto, mentre quella a base di ulipristal acetato è leggermente più efficace. Tuttavia, l’efficacia all’aumentare del tempo passato dal rapporto “incriminato”.

È importante notare che nessun metodo contraccettivo ha una garanzia del 100% di prevenzione della gravidanza, se non forse l’astinenza. In caso di dubbio o se il ciclo mestruale successivo alla pillola del giorno dopo è insolitamente ritardato o assente, è consigliabile eseguire un test di gravidanza e consultare un medico. Evita tranquillamente inutili metodi della nonna.

Cosa prendere dopo un rapporto non protetto come contraccezione d’emergenza?

Ricapitolando, dunque: dopo un rapporto non protetto o in caso di fallimento del metodo contraccettivo utilizzato, la pillola del giorno dopo rappresenta un’opzione valida – ma non continuativa – per prevenire una gravidanza non desiderata. Abbiamo capito che è fondamentale intervenire tempestivamente, tenendo conto delle finestre di efficacia delle due tipologie di pillola del giorno dopo. Se invece cerchi una soluzione continuativa, vuoi chiedere informazioni su come abortire oppure se vuoi sapere con certezza di aver avuto un aborto spontaneo, la cosa migliore da fare è discutere con il tuo ginecologo qual è la soluzione migliore per te.

Noi siamo con te.

Noi di Genitore Informato siamo impegnati a fornire supporto, informazioni e risorse affidabili per aiutarti a navigare le complesse questioni legate alla genitorialità, dal periodo fertile, al preparto alla vita con bambini. Sappiamo che affrontare questi temi può essere complesso ed è per questo che offriamo guide, corsi e consulenze personalizzate per garantire che tu possa prendere decisioni ben informate.

Ricorda che puoi sempre rivolgerti a noi per qualsiasi domanda o chiarimento. La nostra missione è accompagnarti e supportarti in ogni fase del tuo percorso genitoriale, perché crediamo che un genitore informato sia il miglior alleato per una famiglia sana e felice.

Fonti

1. Vrettakos C, Bajaj T. Levonorgestrel. [Updated 2023 May 22]. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2023 Jan-. Available from: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK539737/
2. Emergency contraception. Paediatr Child Health. 2003 Mar;8(3):181-92. doi: 10.1093/pch/8.3.181. PMID: 20020019; PMCID: PMC2792670.

Dott.ssa Claudia Denti

Laureata in Scienze dell’Educazione, si occupa di aiutare i genitori a crescere bambini sani e felici secondo principi validati dalla comunità scientifica.
Fondatrice di Genitore Informato e ideatrice del metodo Sonno Felice - certificata Sonno Sicuro e Primo Soccorso Pediatrico - supporta i genitori nel loro viaggio dal 2014.

Dott. Severino Cirillo

Laureato in Community Health, è il CEO di Genitore Informato e si occupa di validare l'informazione scientifica del blog e coordinare il team di esperti della redazione, composto da ginecologi, ostetriche, psicoterapeuti e altre figure del benessere e della salute in gravidanza, perinatale e genitoriale.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}