fbpx

Pillola e Antibiotico: Posso Prenderli Insieme?

di Severino Cirillo, Maggio 17, 2024

In un mondo sempre più orientato alla prevenzione e alla cura, può succedere di dover utilizzare insieme pillola e antibiotico, e questo suscita inevitabilmente delle domande.

In questo articolo cercheremo di capire cosa succede se prendi pillola e antibiotico, quali antibiotici diminuiscono l’efficacia della pillola, quanto durano gli effetti e cosa annulla l’antibiotico.

Cosa succede se prendo pillola e antibiotico?

Uno dei dubbi più frequenti durante la contraccezione riguarda l’effetto dell’antibiotico sulla pillola.

Molti si chiedono: “se prendo la pillola con l’antibiotico, ne risentirà l’efficacia?”

In linea generale, la maggior parte degli antibiotici non diminuisce l’efficacia della pillola anticoncezionale.

Tuttavia, ci sono alcune eccezioni importanti che esamineremo nel prossimo paragrafo.

Quali antibiotici diminuiscono l’efficacia della pillola?

Non tutti gli antibiotici interferiscono con l’efficacia della pillola, ma ci sono alcuni che lo fanno.

In particolare, gli antibiotici del gruppo delle rifamicine (come la rifampicina e la rifabutina) possono ridurre l’efficacia della pillola.

Questi farmaci aumentano l’attività di alcuni enzimi nel fegato, accelerando così il metabolismo degli estrogeni presenti nella pillola, con conseguente riduzione della loro concentrazione nel sangue.

Capirai che questo potrebbe influenzare la forza anticoncezionale esponendoti a una più alta probabilità di concepimento.

Quanto dura l’effetto dell’antibiotico con la pillola?

Il tempo di durata dell’effetto di pillola e antibiotico varia in base al tipo di antibiotico assunto e alla durata del trattamento.

In generale, si ritiene che la potenziale interazione tra la pillola e l’antibiotico possa durare per tutta la durata del trattamento antibiotico e per una settimana dopo la fine del trattamento.

In ogni caso, è sempre meglio consultare il proprio medico o ginecologo prima di assumere antibiotici se si sta usando la pillola, così da avere informazioni puntuali sui possibili effetti concomitanti di questa doppia assunzione.

pillola e antibiotico

Cosa annulla l’antibiotico?

L’efficacia dell’antibiotico può essere compromessa da diversi fattori.

Per esempio, l’uso concomitante di alcuni farmaci o integratori può diminuire l’assorbimento dell’antibiotico, riducendo la sua efficacia.

Inoltre, l’assunzione di antibiotici a stomaco vuoto può aumentare il rischio di effetti collaterali.

Infine, l’uso eccessivo o improprio di antibiotici può portare alla resistenza agli antibiotici, che è un problema sanitario globale di grande importanza.

In generale, è sconsigliato consumare alcol durante l’uso di certi antibiotici come il metronidazolo, tinidazolo e il co-trimossazolo.

Questi farmaci interagiscono con il metabolismo dell’alcol, causando l’accumulo di acetaldeide, un metabolita che provoca effetti come vomito, nausea e svenimenti.

La loro prescrizione è però limitata a specifiche infezioni e richiede un rigoroso controllo medico.

Per la maggior parte degli altri antibiotici, non ci sono prove di effetti negativi legati al consumo di alcol.

Tuttavia, non è consigliato bere alcol durante un’infezione, poiché può aggravare nausea e altri sintomi.

Inoltre, l’alcol può aumentare il rischio di danni muscolari in presenza di malattie virali, oltre a sovraccaricare i reni e contrastare gli sforzi del corpo per limitare la diffusione dell’infezione.

Ci sono anche antibiotici come l’isoniazide, usato per la tubercolosi, e la flucloxacillina, un tipo di penicillina, che possono causare seri danni al fegato, specialmente se accompagnati da alcol.

Cosa non si può fare quando prendi l’antibiotico?

Quando si prende l’antibiotico, è importante seguire alcune regole per garantire la sua efficacia e ridurre il rischio di effetti collaterali.

Prima di tutto, è importante non interrompere il trattamento antibiotico prima del tempo, anche se i sintomi migliorano.

Inoltre, è meglio evitare l’uso di alcol durante il trattamento antibiotico, perché può aumentare il rischio di effetti collaterali.

Infine, è importante informare il proprio medico di tutti i farmaci che si stanno assumendo, compresi integratori e rimedi naturali, per evitare possibili interazioni.

Noi siamo con te.

Abbiamo dunque capirto che la pillola e l’antibiotico sono due strumenti che possono tendenzialmente coesistere in quasi tutte le situazioni, a patto che non aumentiamo i fattori di interferenza.

Ricorda sempre di consultare il tuo medico o ginecologo prima di iniziare un nuovo trattamento farmacologico.

Noi di Genitore Informato saremo sempre qui a darti il miglior supporto e le migliori informazioni, selezionate e semplificate per renderle fruibili.

Lo facciamo attraverso guide, corsi e consulenze personalizzate.

Ricorda, in questo magnifico viaggio non sarai mai sola, noi siamo con te.

Fonti

https://www.webmd.com/sex/birth-control/birth-control-antibiotics

Dott.ssa Claudia Denti

Esperta di Educazione, Sonno e Gestione del bambino. Laureata in Scienze dell'Educazione e Formazione, si occupa di aiutare i genitori a crescere bambini sani e felici secondo principi validati dalla comunità scientifica. Fondatrice di Genitore Informato e ideatrice del metodo Sonno Felice - certificata Sonno Sicuro e Primo Soccorso Pediatrico - supporta i genitori nel loro viaggio dal 2014.

Dott. Severino Cirillo

Esperto di Salute, Benessere ed Educazione. Laureato in Community Health, è il CEO di Genitore Informato e si occupa di validare l'informazione scientifica del blog e coordinare il team di esperti della redazione, composto da ginecologi, ostetriche, psicoterapeuti e altre figure del benessere e della salute in gravidanza, perinatale e genitoriale.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}