fbpx

Plagiocefalia: Si Può Fare Davvero Qualcosa?

di Severino Cirillo, Aprile 19, 2024

Il tuo bambino ha la plagiocefalia e vuoi capire cosa fare?

In questo articolo parliamo di cosa vuol dire plagiocefalia, come si risolve la plagiocefalia, che problemi porta, quando finisce il rischio e come arrotondare la testa del neonato.

Cosa vuol dire plagiocefalia?

La plagiocefalia è un termine medico che descrive una deformazione cranica nei neonati, caratterizzata da un lato della testa appiattito.

Questa condizione può essere causata dalla posizione del neonato durante il sonno, quando la sua testa rimane in una posizione fissa per lunghi periodi.

Una delle cause è proprio la flessibilità del cranio del neonato che è ancora elastico per facilitare la crescita del cervello, prima della chiusura delle fontanelle.

In molti casi, la plagiocefalia si risolve spontaneamente man mano che il bambino cresce e inizia a muovere la testa da solo.

Tuttavia, in alcuni casi, può essere necessario un trattamento specialistico.

La plagiocefalia non è solo una questione estetica.

Può portare a serie complicazioni, come lo sviluppo asimmetrico del viso e disturbi del sonno.

A volte, può essere associata a ritardi nello sviluppo motorio.

Ecco perché è fondamentale riconoscere i segni e intervenire tempestivamente.

plagiocefalia

Come si risolve la plagiocefalia?

La plagiocefalia può essere corretta con una serie di trattamenti, a seconda della gravità.

Uno dei trattamenti più comuni è la terapia posizionale, che implica cambiare la posizione del bambino durante il sonno e il gioco, incoraggiandolo a girare la testa da entrambe le parti.

Anche un buon uso del tummy time può essere di aiuto, alleviando la pressione sulle parti più soffici del cranio.

In casi più gravi, può essere necessario utilizzare un casco ortopedico.

Questo dispositivo, personalizzato per ciascun bambino, esercita una pressione delicata sul cranio, aiutando a rimodellare la forma della testa.

È importante sottolineare che tali trattamenti devono essere prescritti e monitorati da un medico specialista.

No, non esistono cuscini appositi per la plagiocefalia, anche perché in questa età i bambini sono soggetti a SIDS, e i cuscini vanno contro le linee guida per la prevenzione della morte in culla.

Che problemi porta la plagiocefalia?

La plagiocefalia può causare vari problemi a lungo termine se non trattata.

Ecco una tabella che elenca alcuni dei problemi che possono essere causati dalla plagiocefalia:

ProblemaDescrizione
Asimmetria faccialeLa testa piatta può portare a un’asimmetria facciale, con un lato del viso più sporgente dell’altro.
Problemi posturaliLa plagiocefalia può influenzare la postura del bambino, causando problemi come la lordosi cervicale.
Ritardo nello sviluppo motorioAlcuni studi suggeriscono che la plagiocefalia possa influenzare lo sviluppo motorio del bambino.
Disturbi visiviLa forma della testa può influenzare la posizione degli occhi, causando eventualmente problemi visivi.
Disfunzioni dell’orecchioLa posizione delle orecchie può essere influenzata dalla plagiocefalia, portando a problemi uditivi.

È importante notare che questi problemi possono variare da caso a caso e possono essere influenzati da altri fattori oltre alla plagiocefalia stessa.

Quando finisce il rischio di plagiocefalia?

Il rischio di plagiocefalia diminuisce man mano che il bambino cresce e inizia a muoversi di più.

Di solito, il rischio si riduce significativamente dopo i 6 mesi, quando i bambini sono in grado di rotolare e possono cambiare posizione autonomamente.

Tuttavia, è importante continuare a monitorare la forma della testa del bambino durante i primi anni di vita.

I genitori dovrebbero consultare un medico o un terapista occupazionale se notano che il loro bambino ha la testa appiattita o se non ruota la testa da entrambi i lati.

Come arrotondare la testa del neonato?

Per prevenire e correggere la plagiocefalia, è importante incoraggiare il bambino a girare la testa da entrambe le parti.

Si possono utilizzare giocattoli colorati e suoni interessanti per stimolare l’interesse del bambino e incoraggiarlo a girare la testa.

Inoltre, è consigliabile alternare la posizione del bambino durante l‘allattamento e il sonno.

Durante il tempo di veglia, incoraggiate il vostro bambino a trascorrere del tempo a pancia in giù, come abbiamo detto poco fa.

Questo non solo aiuta a prevenire la plagiocefalia, ma può anche favorire lo sviluppo motorio del bambino e il rinforzo della sua muscolatura.

Come fare a far girare la testa al neonato?

Ci sono diversi modi per incoraggiare il vostro neonato a girare la testa.

Puoi posizionare i giocattoli in modo che il tuo bambino debba girare la testa per vederli.

Durante l’allattamento, puoi alternare i lati per incoraggiare il vostro bambino a girare la testa da entrambe le parti.

Ricorda, tuttavia, che è importante non forzare mai il tuo bambino a girare la testa.

Se incontri delle resistenze o noti che il tuo bambino sembra scomodo e non riesce a fare progressi, consulta il pediatra o un terapista occupazionale per trovare la soluzione migliore intanto che c’è ancora tempo.

Noi siamo con te.

Noi di Genitore Informato siamo al tuo fianco lungo tutto il viaggio della genitorialità, dal periodo fertile, al preparto, alla vita con i bambini. Ti supportiamo con guide, corsi e consulenze personalizzate. Ricorda, non sarete mai soli, noi siamo con voi.

FAQ

  1. Cosa vuol dire plagiocefalia?

    La plagiocefalia è una deformazione cranica nei neonati caratterizzata da un lato della testa appiattito.

  2. Come si risolve la plagiocefalia?

    La terapia posizionale è un trattamento comune, incoraggiando il bambino a girare la testa da entrambe le parti. Nei casi più gravi, può essere necessario l’uso di un casco ortopedico, ma solo su prescrizione medica.

  3. Che problemi porta la plagiocefalia?

    La plagiocefalia può causare asimmetria facciale, problemi posturali, ritardi nello sviluppo motorio, disturbi visivi e disfunzioni dell’orecchio.

  4. Quando finisce il rischio di plagiocefalia?

    Il rischio diminuisce dopo i 6 mesi, quando i bambini possono muoversi autonomamente.

  5. Come arrotondare la testa del neonato?

    Incoraggiare il bambino a girare la testa da entrambi i lati e alternare le posizioni durante il sonno e l’allattamento. Anche passare del tempo a pancia in giù quando è sveglio può aiutare.

  6. Come fare a far girare la testa al neonato?

    Una possibilità è posizionare giocattoli in modo che il bambino debba girare la testa per vederli e alternare i lati durante l’allattamento.

Fonti

Unnithan AKA, De Jesus O. Plagiocephaly. [Updated 2023 Aug 23]. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2024 Jan-. Disponibile qui: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK564334/

Dott.ssa Claudia Denti

Esperta di Educazione, Sonno e Gestione del bambino. Laureata in Scienze dell'Educazione e Formazione, si occupa di aiutare i genitori a crescere bambini sani e felici secondo principi validati dalla comunità scientifica. Fondatrice di Genitore Informato e ideatrice del metodo Sonno Felice - certificata Sonno Sicuro e Primo Soccorso Pediatrico - supporta i genitori nel loro viaggio dal 2014.

Dott. Severino Cirillo

Esperto di Salute, Benessere ed Educazione. Laureato in Community Health, è il CEO di Genitore Informato e si occupa di validare l'informazione scientifica del blog e coordinare il team di esperti della redazione, composto da ginecologi, ostetriche, psicoterapeuti e altre figure del benessere e della salute in gravidanza, perinatale e genitoriale.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}