fbpx

Prurito al Seno: Quando Preoccuparsi?

di Severino Cirillo, Maggio 27, 2024

Oggi affrontiamo un tema molto comune e che può essere preoccupante: il prurito al seno.

In questo articolo capiamo le cause dei pruriti al seno, cosa usare per alleviare il prurito ai capezzoli, quali sono i sintomi di della candida al seno e quando preoccuparsi.

Cosa vuol dire quando ho prurito al seno?

Quando si avverte prurito al seno, può essere un segnale del corpo che qualcosa non va.

Le cause possono essere molteplici e variano da semplici irritazioni cutanee a condizioni mediche più serie.

Tra le cause più comuni troviamo l’eczema, la dermatite, le infezioni fungine (come la candida), ma anche reazioni allergiche a determinati tessuti o detergenti.

Ecco alcune delle principali cause del prurito al seno:

  1. Pelle secca
  2. Attrito: L’irritazione e il prurito ai capezzoli possono derivare dallo sfregamento contro tessuti ruvidi
  3. Reazione allergica
  4. Eczema: circa il 20% dei capezzoli pruriginosi e con eruzioni cutanee è dovuto a un eczema sottostante.
  5. Infezione da lievito: durante l’allattamento, i capezzoli pruriginosi o screpolati accompagnati da dolore profondo e acuto possono indicare un’infezione da lievito.
  6. Fluttuazioni ormonali: I cambiamenti ormonali durante varie fasi della vita come la sindrome premestruale, la premenopausa, la menopausa o l’uso della pillola anticoncezionale possono contribuire al prurito ai capezzoli.
  7. Problemi dermatologici: condizioni della pelle come chiazze rosse o foruncoli sul seno possono causare prurito.
  8. Malattia di Paget: una forma rara di cancro al seno nota come malattia di Paget può manifestarsi come lesioni simili all’eczema sul capezzolo e sull’areola, causando prurito.

È importante prestare attenzione a tutti i sintomi del seno che è una parte molto delicata del corpo, come per esempio i capezzoli duri e doloranti oppure ipersensibili.

Prurito al seno

Cosa usare per prurito ai capezzoli?

Per alleviare il prurito, è importante mantenere l’area asciutta e pulita.

Si possono utilizzare polveri antifungine o creme idratanti specifiche per la pelle sensibile, per la loro applicazione è meglio parlare con il tuo medico di fiducia.

Un altro rimedio efficace è l’applicazione di creme a base di cortisone, che possono ridurre l’infiammazione e il prurito.

Tuttavia, è sempre consigliabile consultare un medico prima di utilizzare qualsiasi trattamento, in particolare se i sintomi persistono o peggiorano.

Perché mi prude sempre nello stesso punto?

Il prurito ricorrente nello stesso punto potrebbe essere un segnale di una condizione cronica come l’eczema o la psoriasi.

Queste malattie della pelle provocano infiammazioni che possono causare prurito intenso e localizzato.

Anche una cicatrice o una vecchia ferita possono rendere la pelle più sensibile e soggetta a prurito.

In alcuni casi, il prurito persistente in un punto specifico potrebbe essere un segnale di un problema più serio, come la presenza di un nodulo o un tumore.

Per questo è importante non sottovalutare un sintomo che potrebbe sembrare innocuo.

Come capire se si ha la candida al seno?

La candida al seno è un’infezione fungina che può causare prurito intenso, arrossamento e bruciore.

È più comune nelle donne che allattano, poiché il fungo può facilmente trasmettersi dal cavo orale del neonato al seno della madre.

Altri sintomi includono dolore durante l’allattamento, pelle screpolata e la presenza di piccole lesioni bianche.

Per diagnosticare la candida al seno, è necessario un esame medico che potrebbe includere la raccolta di un campione per l’analisi di laboratorio.

Il trattamento prevede l’uso di creme antifungine e, in alcuni casi, farmaci orali. È importante trattare contemporaneamente anche il neonato per evitare reinfezioni continue.

Prurito al seno quando preoccuparsi?

Se ci sono molte condizioni più leggere, alcuni sintomi possono e devono tenere alta la nostra attenzione.

Tieni in particolar modo sotto controllo i seguenti segni che qualcosa potrebbe non andare:

  1. Persistenza e intensità del prurito
  2. Segni di Infezione: se il prurito ai capezzoli è accompagnato da segni di possibile infezione come eruzioni cutanee, secrezioni, formazione di croste o febbre, è consigliabile consultare un medico.
  3. Deformazioni, Noduli o Grumi
  4. Sintomi Inusuali o Persistenti: Se il prurito al seno non scompare e si manifesta insieme a sintomi insoliti o persistenti, come macchie rosse, è importante consultare un medico per escludere condizioni più gravi come il cancro al seno o la malattia di Paget

Noi siamo con te.

Noi di Genitore Informato siamo con te lungo tutto il viaggio della genitorialità, dal periodo fertile, al preparto, alla vita con i bambini.

Ti supportiamo con le nostre guide, i nostri corsi e con consulenze personalizzate.

Ricorda, non sarete mai soli, noi siamo con voi.

Fonti

Pourmoussa AJ, Mautner SK, Nasseri-Nik N, Lampen-Sachar K. Invasive Paget’s Disease of the Breast: Rash or Recurrence? Cureus. 2021 Nov 2;13(11):e19216. doi: 10.7759/cureus.19216. PMID: 34877199; PMCID: PMC8642140.

Dott.ssa Claudia Denti

Esperta di Educazione, Sonno e Gestione del bambino. Laureata in Scienze dell'Educazione e Formazione, si occupa di aiutare i genitori a crescere bambini sani e felici secondo principi validati dalla comunità scientifica. Fondatrice di Genitore Informato e ideatrice del metodo Sonno Felice - certificata Sonno Sicuro e Primo Soccorso Pediatrico - supporta i genitori nel loro viaggio dal 2014.

Dott. Severino Cirillo

Esperto di Salute, Benessere ed Educazione. Laureato in Community Health, è il CEO di Genitore Informato e si occupa di validare l'informazione scientifica del blog e coordinare il team di esperti della redazione, composto da ginecologi, ostetriche, psicoterapeuti e altre figure del benessere e della salute in gravidanza, perinatale e genitoriale.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}