fbpx

Psicologo Infantile: Quando Chiamarlo?

di Chiara Fabbiano - Psicologa, Maggio 2, 2024

Ogni genitore, si sa, fa del suo meglio per poter essere una risorsa preziosa per il proprio bambino, ma ci sono situazioni in cui può servire uno psicologo infantile.

In questo articolo parleremo di cosa fa lo psicologo con i bambini, quando un bambino ha bisogno di uno psicologo, che differenza c’è tra psicologo e psicoterapeuta e quanto costa una seduta.

Quando serve lo psicologo infantile?

Capita di ritrovarsi in situazioni particolarmente faticose, magari nuove esperienze, per cui, colti impreparati, non sappiamo proprio come comportarci.

Siamo pieni di dubbi e di domande:

“Ma perché fa così? Non l’ha mai fatto!”
“Ma è normale che…”
“Ho provato di tutto ma sembra non aiutare, sarebbe forse il caso di consultare uno specialista?”

Ma come capire a chi rivolgersi?

In questi casi, se il problema non è chiaramente medico, il professionista che cerchi potrebbe essere proprio uno psicologo infantile. 

Cosa fa lo psicologo con i bambini? 

Lo scopo della psicologia infantile è quello di offrire interventi di sostegno, in seguito all’emissione di una diagnosi. 

Lo sviluppo emotivo e psicologico dei bambini è un processo complesso e cruciale che influenzerà il loro benessere futuro.

In questo contesto, la figura dello psicologo infantile emerge come un pilastro fondamentale nel fornire sostegno e guidare i bambini attraverso le sfide che incontrano lungo il cammino. 

Infatti, lo psicologo infantile, è un professionista specializzato nel comprendere e trattare i bisogni emotivi, comportamentali e cognitivi dei bambini da 0 a 10 anni d’età.

La sua pratica si concentra su una vasta gamma di questioni, tra cui disturbi dell’infanzia, traumi, problemi di apprendimento, disturbi del comportamento e problemi familiari. 

Nei prossimi paragrafi ne esploreremo il ruolo e l’importanza, analizzando le sue responsabilità, competenze e impatto sulla crescita e sullo sviluppo dei bambini.

psicologo infantile

Quando un bambino ha bisogno di uno psicologo?

Agli occhi di uno sguardo non esperto può essere molto complicato riconoscere delle fatiche evolutive nel bambino. 

Tuttavia, se ti trovi a fare i conti con una o più di queste situazioni, potrebbe essere il caso di affidarsi ad un professionista:

  1. Cambiamenti nell’ambiente di vita quotidiana (in seguito al trasferimento in una nuova città), nella struttura familiare (in seguito ad un divorzio o lutto) o l’ingresso in una nuova scuola, ad esempio. 
  2. Disabilità intellettive: situazioni in cui, dal punto di vista sintomatologico, ci accorgiamo della compromissione di alcune funzioni cerebrali superiori quali l’attenzione, la memoria, l’apprendimento, le funzioni visuo-spaziali/prassiche ed il linguaggio. 
  3. Disturbi specifici dell’apprendimento (DSA): che invece riguardano un gruppo di disabilità in cui si presentano significative difficoltà nell’acquisizione e utilizzazione della lettura, della scrittura e del calcolo (tipiche quindi della seconda e terza infanzia). 

Ecco alcune situazioni in cui potrebbe essere utile o necessario l’intervento di uno psicologo infantile.

MotivoDescrizione
Difficoltà comportamentaliComportamenti aggressivi, oppositivi, o difficoltà nel rispettare le regole a casa o a scuola.
Problemi emotiviAnsia, depressione, paure eccessive, tristezza persistente o irritabilità.
Difficoltà di apprendimentoProblemi nell’acquisire competenze scolastiche, difficoltà di attenzione o di concentrazione.
Cambiamenti nella vita familiareDivorzio dei genitori, morte di un familiare, nascita di un fratello, trasloco in una nuova città.
TraumiEsperienze traumatiche come incidenti, abusi, o disastri naturali.
Problemi di socializzazioneDifficoltà nel fare o mantenere amicizie, isolamento sociale o timidezza eccessiva.
Disturbi alimentariProblemi con l’alimentazione, come rifiuto del cibo, binge eating o anoressia.
Problemi di sonnoDifficoltà ad addormentarsi, risvegli notturni frequenti, incubi o terrore notturno.
Sviluppo delle competenze motorieRitardi nello sviluppo delle abilità motorie, come camminare, correre, o coordinazione.
Gestione delle emozioniDifficoltà a gestire la rabbia, la frustrazione o a esprimere le proprie emozioni.

Che differenza c’è tra lo psicologo e lo psicoterapeuta?

C’è una grande differenza fra psicologo e psicoterapeuta. 

Lo psicologo è colui che diventa tale dopo aver completato la laurea magistrale in psicologia, l’esame di stato abilitante alla professione e l’iscrizione all’albo di riferimento.  

Lo psicoterapeuta invece, per essere tale deve aver inoltre acquisito una specifica formazione post-lauream che prevede un percorso quadriennale. 

Lo scopo principale del lavoro dello psicologo è quindi di prevenzione del disagio e dei disturbi psicologici, di promozione del benessere della persona e di recupero dello stesso, tramite un’attenzione focalizzata al funzionamento della mente, con le sue componenti fisiologiche, psicologiche, personologiche, relazionali e ambientali.

Lo psicoterapeuta, invece è il professionista indicato nella cura dei disturbi diagnosticati. 

Quanto costa una seduta dallo psicologo infantile?

Per quanto ogni professionista sia libero di applicare una sua tariffa di riferimento essa deve, per legge, rientrare fra quelle indicate dal “testo unico della tariffa professionale degli psicologi”, approvato dal Consiglio Nazionale Ordine degli Psicologi. (Lo trovi nelle fonti a fine articolo, se vuoi approfondire)

Tanto dipende anche dalla città di appartenenza: non in tutta Italia ci sono le stesse tariffe, perché anche i costi base per mantenere uno studio e i livelli di reddito variano molto in base alla regione di appartenenza. 

Noi siamo con te.

Abbiamo capito che la figura dello psicologo infantile svolge un ruolo fondamentale nel promuovere il benessere mentale e emotivo dei bambini.

Attraverso la loro formazione, competenze e dedizione, gli psicologi infantili forniscono sostegno, guida e terapia mirata per affrontare una vasta gamma di sfide emotive, comportamentali e psicologiche.

Noi di Genitore Informato siamo al tuo fianco lungo tutto il percorso della genitorialità. Lo facciamo con guide, corsi e consulenze personalizzate.

Non sarai mai solo in questo viaggio, noi siamo con te.

FAQ

  1. Cosa fa uno psicologo infantile?

    Uno psicologo infantile si concentra sulle esigenze emotive, comportamentali e cognitive dei bambini fino ai 10 anni, aiutando a gestire disturbi dell’infanzia, traumi, problemi di apprendimento, disturbi alimentari, difficoltà di socializzazione e altri problemi familiari.

  2. Qual è la differenza tra uno psicologo e uno psicoterapeuta?

    Uno psicologo ha completato una laurea in psicologia e l’esame di stato. Uno psicoterapeuta, oltre alla formazione base in psicologia, ha seguito una specializzazione quadriennale post-laurea ed è qualificato per trattare disturbi psicologici diagnosticati.

  3. Quanto costa una seduta con uno psicologo infantile?

    Le tariffe variano in base alla regione e al singolo professionista, ma devono rientrare nei limiti previsti dal “testo unico della tariffa professionale degli psicologi”. I costi possono variare anche a seconda della città.

Fonti

Testo unico della tariffa professionale degli psicologi”, approvato dal Consiglio Nazionale Ordine degli Psicologi (http://deplanolaura.altervista.org/wp-content/uploads/2016/05/tariffario.pdf).

Dott.ssa Claudia Denti

Esperta di Educazione, Sonno e Gestione del bambino. Laureata in Scienze dell'Educazione e Formazione, si occupa di aiutare i genitori a crescere bambini sani e felici secondo principi validati dalla comunità scientifica. Fondatrice di Genitore Informato e ideatrice del metodo Sonno Felice - certificata Sonno Sicuro e Primo Soccorso Pediatrico - supporta i genitori nel loro viaggio dal 2014.

Dott. Severino Cirillo

Esperto di Salute, Benessere ed Educazione. Laureato in Community Health, è il CEO di Genitore Informato e si occupa di validare l'informazione scientifica del blog e coordinare il team di esperti della redazione, composto da ginecologi, ostetriche, psicoterapeuti e altre figure del benessere e della salute in gravidanza, perinatale e genitoriale.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}