Quanto dorme un neonato? 

Passiamo a letto un terzo della nostra vita, e il sonno è una delle componenti principali per il benessere fisico.

Per i bambini e per i neonati è ancora più importante dormire.

Durante il sonno difatti il cervello rielabora tutti gli insegnamenti e le cose imparate nella giornata trascorsa, e recupera le sue funzionalità.

Questo fa sì che durante il periodo neonatale, caratterizzato da continue nuove scoperte, il sonno diventi fondamentale.

Ma molti genitori di chiedono: “quanto dorme un neonato?

Quanto dorme un neonato?

Premesso che non è possibile dare delle cifre precise e dei numeri standard, e che ogni bambino ha una propria storia, diversa da quella degli altri, possiamo indicare dei parametri base con cui confrontarsi.

È importante in ogni caso tenere presente che sono valori da intendere come medie prese a lungo termine, e non bisogna preoccuparsi assolutamente in caso di eccezioni.

Partiamo da un piccolo di 3 mesi, in questo caso il rapporto ore di sonno neonato sarà di circa 16/17, per scendere a 14 ore a 6 mesi e a 12 ore a un anno.

Questi valori sono da considerare nell’arco della giornata, comprensivi quindi dei pisolini di 1 o 2 ore fatti durante la mattina o pomeriggio. Il sonno del neonato in ogni caso è composto da micro cicli, di una o due ore ciascuno, quindi i risvegli intermedi sono da mettere sempre in conto.

Quando i neonati dormono troppo?

Dopo i dubbi su quanto dormono i neonati, una delle domande che si pongono i genitori è se possono sorgere problemi in caso di troppa nanna.

Il sonno neonato come abbiamo già visto, è una forma di auto ricarica del corpo, nella quale le cellule si rigenerano e il piccolo assimila quanto sperimentato durante la giornata.

E’ quindi possibilissimo che un bambino, dopo delle giornate lunghe e piene di nuove attività o durante un periodo di crescita intensa, si abbandoni tra le braccia di Morfeo!

Come è frequente che in seguito ad un lieve malanno, come un raffreddore o una influenza, il neonato combatta i virus dormendo un po’ di più. In ogni caso non c’è motivo di preoccuparsi, a meno che notiate altri sintomi.

sonno neonato

Perché il neonato ha il sonno leggero?

Veniamo al caso opposto, cioè quando un neonato dorme poco o quando un bambino non dorme.

In questi frangenti la causa si può ritrovare in un lieve malessere, come un raffreddore che non permette di respirare bene, oppure in un cambio di abitudini.
Il bambino infatti necessita di routine e di continuità.

Il metterlo a nanna sempre allo stesso orario, il creare una scaletta di azioni che si ripetono tutte le sere, aiuteranno sicuramente a generare un clima sereno e disteso. Se invece notiamo che il piccolo al momento del sonno rimane ancora eccitato per la giornata trascorsa, allora un bagnetto prima di dormire, con tanto di massaggini e carezze, può sedare gli animi e dare la coccola giusta per la nanna. E’ inoltre importante ricordare di creare un ambiente il più possibile libero da impulsi elettronici, come televisori, tablet o Pc che con i loro influssi, potrebbero turbare il lieve sonno.

Se ti trovi in particolare difficoltà, noi di Genitore Informato abbiamo un percorso dedicato: “SONNO FELICE!

Ogni quanto mangia un neonato la notte?

Durante le prime fasi di vita, i risvegli notturni per mangiare sono una costante. Il metabolismo del neonato è tutto in divenire e i cicli alternati di sonno e pappa, contribuiscono alla sua crescita e permettono un rapido assorbimento degli elementi nutritivi.

Ma quanto mangia un neonato?

Anche in questo caso è impossibile dare dei numeri, ma negli ultimi anni, per i più piccini si è propensi verso un’idea di allattamento a richiesta. In pratica un neonato mangerà ogni qualvolta avrà fame!

Crescendo però questa modalità andrà sempre più a scemare e le richieste di latte si allineeranno con i valori standard.

Parlando sempre di un bambino di 3 mesi, siamo sulle 6 poppate giornaliere e quindi avremo circa due poppate notturne a seconda dell’orario di messa a letto.

In teoria poi, dal quarto o quinto mese, le poppate diminuiscono di una, e in genere quella esclusa è proprio la notturna.

sonno bambino

Quando si regolarizzano le poppate di un neonato?

Il tempo porta logicamente alla crescita del bambino, ad una coscienza di se stesso che inizia a prendere forma, con l’identificazione dei vari momenti della giornata.

Il neonato crescendo incomincia a capire quando arrivano i momenti della pappa o della nanna e le sue richieste non sono più fatte solamente sulla base dell’istinto.

È in questi momenti che le poppate inizieranno a regolarizzarsi.

Il piccolo saprà quali sono gli orari della poppata del pranzo o della cena, e abbinerà quella serale del dopo bagnetto alla nanna.

In questo modo si creerà una routine quotidiana che andrà sempre più ad affermarsi, passo dopo passo, fino all’inizio dello svezzamento.
In linea di massima possiamo comunque dire che è proprio dal terzo mese che si potranno notare i primi segnali di regolarizzazione.

Quando si stabilizza il sonno di un neonato?

Il sonno e la nanna meritano invece un discorso a parte.

L’autonomia notturna e la regolarizzazione del sonno possono considerarsi effettuate anche addirittura dopo due o tre anni dalla nascita, spesso in concomitanza con l’inizio della scuola dell’infanzia.
Nei primi anni di vita infatti sono frequenti i risvegli notturni, i disturbi del sonno, o anche soltanto il bisogno di coccole e di essere rassicurati da mamma e papà.

Questa è una parte essenziale della crescita di un bambino ed è probabilmente quella più soggettiva. Su un campione di dieci bambini sarà difatti difficile trovarne due con lo stesso percorso in ambito di nanna.

Le emozioni, gli insegnamenti, lo stile di vita dei primi anni, rendono il cervello dei nostri piccoli una grande spugna, e la notte è proprio il momento in cui le sensazioni giornaliere vengono inconsciamente elaborate. È quindi normale incorrere in situazioni di sonni notturni intervallati da sveglie.

In questi casi bisogna avere solo pazienza, se vuoi aiutare il tuo bambino ma anche l’intera famiglia a recuperare qualche ora di sonno e tornare finalmente a dormire meglio, ti ricordo la nostra guida “SONNO FELICE!“, grazie al nostro percorso oltre 5000 mamme e papà sono tornati finalmente a dormire.

Se vuoi saperne di più sulle mamme e i papà che ne hanno usufruito, puoi leggere cosa ne pensano:

—> RECENSIONI SONNO FELICE