fbpx

Salivazione neonato: quanto è normale?

di Severino Cirillo, Febbraio 7, 2024

La salivazione nei neonati è un argomento che incuriosisce molti genitori, soprattutto quelli alle prime armi. È importante comprendere che il fenomeno della salivazione nei piccoli è del tutto normale e fa parte del loro sviluppo. Nel post di oggi esploreremo questo aspetto per aiutare i genitori a capire cosa significa quando un neonato produce tanta saliva, perché possono formarsi delle bollicine e come riconoscere se la salivazione è eccessiva. Forniremo anche spunti utili per gestire al meglio questa fase.

Cosa significa quando un neonato fa tanta saliva?

Quando notiamo che il nostro neonato sembra avere la bocca sempre piena di saliva, è lecito domandarsi il motivo di questa abbondanza. La salivazione eccessiva, nota anche come ipersalivazione o sialorrea, inizia tipicamente intorno ai tre mesi di età e può essere un segnale del normale sviluppo del bambino. Inizialmente, i neonati non sanno come deglutire la saliva che producono perché i muscoli responsabili per questa azione non sono ancora completamente sviluppati. Man mano che crescono, imparano a coordinare meglio questi muscoli e il fenomeno si riduce.

Inoltre, è durante questi mesi che inizia la dentizione, un altro motivo per cui può esserci un aumento della produzione di saliva. La saliva ha una funzione protettiva e aiuta a lenire il fastidio e il dolore causato dalla spinta dei dentini sulle gengive. Pertanto, una maggiore salivazione in questo periodo è non solo normale, ma anche utile. È quindi un indicatore di crescita e non deve preoccupare eccessivamente.

Quando un neonato fa le bollicine con la saliva?

Le “bollicine” di saliva nei neonati possono sembrare un gioco o un modo per esprimere curiosità e interesse verso il mondo circostante. Questo comportamento è spesso accompagnato da suoni e gorgheggi e tende a manifestarsi quando i bambini sono rilassati e contenti. Le bollicine sono create dall’aria che i neonati introducono in bocca, che si mescola con la saliva e fuoriesce sotto forma di piccole bolle. Questa è una fase del tutto normale dello sviluppo motorio e della scoperta delle proprie capacità.

Le bollicine possono anche essere un modo per il neonato di sperimentare e giocare con la saliva in eccesso, che non riesce ancora a inghiottire efficacemente. Molti genitori trovano questo comportamento divertente e del tutto innocuo. Tuttavia, è sempre buona pratica tenere d’occhio il bambino durante questi momenti per evitare che possa provocarsi problemi.

Come capire se la salivazione neonato è eccessiva?

Capire se la salivazione è eccessiva in un neonato può essere una sfida. In primo luogo, è importante stabilire che la salivazione abbondante è tipica dei primi mesi di vita e dovrebbe ridursi man mano che il bambino cresce. Se si osserva che la saliva è costante e abbondante oltre il primo anno di vita, o se causa irritazione cutanea, difficoltà alimentari o respiratorie, è consigliabile consultare un pediatra. Il medico potrebbe valutare se ci sono condizioni che stimolano una produzione eccessiva di saliva, come allergie, reflusso gastroesofageo o altre questioni mediche.

Inoltre, se la salivazione abbondante è accompagnata da altri sintomi, come febbre o irritabilità, potrebbe essere un segnale che il neonato sta attraversando la fase della dentizione o che c’è un problema di salute che necessita di attenzione. Naturalmente, per ogni dubbio riguardante la salute del bimbo, il pediatra resta la figura di riferimento, anche perché visitandolo di persona sarà in grado di comprendere più a fondo lo stato delle cose.

Perché i bambini fanno le bollicine?

Oltre a essere un segnale di relax e contentezza, fare le bollicine con la saliva è anche un esercizio per i muscoli della bocca e per la coordinazione. Questa attività motoria può contribuire allo sviluppo del linguaggio, poiché il neonato sperimenta diversi movimenti della bocca, della lingua e delle labbra. Infatti, queste sperimentazioni sono precursori delle prime parole e suoni che il bambino inizierà a produrre nei mesi successivi.

Le bollicine rappresentano anche una forma di esplorazione sensoriale. I neonati scoprono il mondo principalmente attraverso il tatto e la bocca, quindi sperimentare la consistenza e la sensazione della saliva è un modo per apprendere di più sul proprio corpo e sull’ambiente circostante. È importante permettere al bambino di esplorare in sicurezza, mantenendo un ambiente pulito e monitorando la sua attività.

Noi siamo con te.

Noi di Genitore Informato siamo sempre pronti ad assistere i genitori con guide, corsi e consulenze personalizzate per affrontare ogni aspetto della crescita dei loro bambini. Ricordiamo ai genitori di osservare, supportare e, soprattutto, godersi ogni momento di questo percorso unico.

Fonti

van Hulst K, van den Engel-Hoek L, Geurts ACH, Jongerius PH, van der Burg JJW, Feuth T, van den Hoogen FJA, Erasmus CE. Development of the Drooling Infants and Preschoolers Scale (DRIPS) and reference charts for monitoring saliva control in children aged 0-4 years. Infant Behav Dev. 2018 Feb;50:247-256. doi: 10.1016/j.infbeh.2018.01.004. Epub 2018 Feb 12. PMID: 29448187.

Dott.ssa Claudia Denti

Esperta di Educazione, Sonno e Gestione del bambino. Laureata in Scienze dell'Educazione e Formazione, si occupa di aiutare i genitori a crescere bambini sani e felici secondo principi validati dalla comunità scientifica. Fondatrice di Genitore Informato e ideatrice del metodo Sonno Felice - certificata Sonno Sicuro e Primo Soccorso Pediatrico - supporta i genitori nel loro viaggio dal 2014.

Dott. Severino Cirillo

Esperto di Salute, Benessere ed Educazione. Laureato in Community Health, è il CEO di Genitore Informato e si occupa di validare l'informazione scientifica del blog e coordinare il team di esperti della redazione, composto da ginecologi, ostetriche, psicoterapeuti e altre figure del benessere e della salute in gravidanza, perinatale e genitoriale.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}