fbpx

Gennaio 10, 2024

Oggi dedichiamo la nostra attenzione ai tappeti gioco neonati, accessori fondamentali per lo sviluppo fisico e cognitivo dei più piccoli. Scopriremo insieme quando utilizzarli, quale scegliere e come inserirli nella routine quotidiana del vostro bambino. Seguiteci per consigli pratici, guidati dalla nostra esperienza e supportati da fonti affidabili.

Quando usare tappeti gioco neonati?

Il tappetino per neonato è più di un semplice gioco; è uno strumento che sostiene lo sviluppo del bambino da molteplici punti di vista. Ma quando è il momento giusto per iniziare ad utilizzarlo? Si consiglia di introdurre il tappetino non appena il neonato inizia a mostrare interesse per l’ambiente circostante. Questo avviene generalmente intorno ai 2 o 3 mesi di età, quando il bambino comincia a trascorrere più tempo da sveglio e manifesta la curiosità di esplorare.

Il tappetino neonato offre uno spazio sicuro e confortevole dove il bambino può distendersi, muoversi liberamente e stimolare la vista, il tatto e l’udito con giochi e texture varie. È anche un ottimo modo per incoraggiare il tempo a pancia in giù, importante per rafforzare i muscoli del collo e della schiena e per preparare i piccoli alle prossime tappe motorie, come gattonare e sedersi.

Quando si inizia ad usare la palestrina?

La palestrina è una variante del tappetino gioco che include archi sospesi con giocattoli pendenti e può essere introdotta quando il neonato ha circa 3 mesi. A questa età i bambini iniziano a sviluppare una maggiore coordinazione occhio-mano e la palestrina diventa un’eccellente alleata per stimolare questa abilità. Le forme colorate e i suoni che pendono sopra il loro campo visivo li invogliano a raggiungere e toccare, promuovendo così lo sviluppo motorio e sensoriale.

È importante scegliere una palestrina con giocattoli sicuri e senza piccole parti che possano essere ingerite. Assicuratevi che sia stabile e che non ci sia rischio di ribaltamento, per garantire la sicurezza del bambino durante l’uso. Inoltre, è fondamentale non lasciare il bambino incustodito mentre gioca sulla palestrina, ma quelli saranno mesi in cui la sorveglianza sarà naturalmente alta, perché il neonato è praticamente inerme.

Quale tappeto per gattonare?

Il tappeto per gattonare è uno step successivo nell’evoluzione del tappetino gioco. Intorno ai 6 mesi, quando il bambino inizia a gattonare (ricordiamoci che non tutti i bambini passano dal gattonare, ma alcuni si alzano e camminano prima), è fondamentale che abbia uno spazio morbido e sicuro su cui muoversi. Un buon tappeto per gattonare dovrebbe essere sufficientemente spesso per ammortizzare eventuali cadute e abbastanza grande per offrire libertà di movimento. Materiali antiscivolo e facili da pulire sono un plus, in quanto la pulizia diventa più frequente con l’aumento dell’attività motoria.

È preferibile optare per tappeti privi di sostanze nocive e certificati per l’uso da parte dei neonati. Esistono anche tappeti gioco educativi che, oltre all’aspetto ludico, presentano lettere, numeri o elementi interattivi per stimolare anche l’apprendimento durante il gioco.

Qual è la migliore palestrina per neonati?

La scelta della migliore Palestrina per neonati dipende da diversi fattori, tra cui la sicurezza, la stimolazione sensoriale che offre e l’adattabilità al crescere del bambino. Una palestrina di qualità dovrebbe avere giocattoli in tessuto morbido, mordicchiabili e lavabili, ideale per i neonati che iniziano la dentizione. Alcuni modelli sono progettati per trasformarsi e adattarsi alle diverse fasi dello sviluppo, diventando per esempio un tappeto per gattonare o un tunnel per strisciare.

Un altro aspetto da considerare è la presenza di musica o luci, che possono sia intrattenere che sovrastimolare, a seconda del carattere del bambino. È essenziale che i genitori osservino le reazioni del proprio figlio e scelgano una palestrina che risponda alle sue esigenze specifiche.

Dove mettere neonato di 3 mesi?

A 3 mesi, il neonato spende più tempo sveglio rispetto all’inizio quando dorme sempre ed è importante offrirgli un ambiente stimolante. Posizionare il tappetino in un luogo tranquillo e sicuro, lontano da correnti d’aria e fonti di calore diretto, è la scelta ideale. Assicurarsi che l’area sia lontana da mobili o oggetti che potrebbero cadere e potenzialmente ferire il bambino. La luminosità dell’ambiente dovrebbe essere moderata, per non affaticare gli occhi sensibili del neonato, e lo spazio dovrebbe essere sufficientemente arieggiato.

È anche utile posizionare il tappeto in una zona dove il bambino possa sentirsi parte della vita di casa, ma non nel bel mezzo del traffico domestico. Consentire al bambino di osservare la famiglia durante le attività quotidiane può essere un buon modo per stimolare la sua percezione sociale e la comprensione del mondo che lo circonda.

Quando iniziare a dare i giochi ai neonati?

I neonati sono pronti per i giochi fin dai primi mesi di vita. Giochi semplici e colorati possono essere introdotti già intorno ai 2 mesi, quando i bambini iniziano a focalizzare meglio e possono seguire oggetti con lo sguardo. Un esempio sono i libri tattili ad alto contrasto. È importante che i giochi siano sicuri, senza parti piccole e facilmente igienizzabili, in quanto a questa età i neonati tendono a esplorare il mondo portando oggetti alla bocca.

Intorno ai 3-4 mesi, i bambini possono beneficiare di giochi che emettono suoni delicati o hanno superfici diverse da toccare, contribuendo allo sviluppo sensoriale. Man mano che crescono e si sviluppa la loro capacità di afferrare, giochi che possono essere impugnati, come anelli da dentizione o piccoli peluche, diventano ideali per accompagnare il bambino nel suo percorso di crescita e scoperta.

Noi siamo con te.

Ricordiamo che ogni bambino è unico e il suo percorso di sviluppo può variare. Noi di Genitore Informato siamo qui per supportarti lungo tutto il viaggio della genitorialità, con guide, corsi e consulenze personalizzate. Ricorda, non sarete mai soli, noi siamo con voi.

Fonti

Fantasia V, Fasulo A, Costall A, López B. Changing the game: exploring infants’ participation in early play routines. Front Psychol. 2014 Jun 6;5:522. doi: 10.3389/fpsyg.2014.00522. PMID: 24936192; PMCID: PMC4047965.

Dott.ssa Claudia Denti

Laureata in Scienze dell’Educazione, si occupa di aiutare i genitori a crescere bambini sani e felici secondo principi validati dalla comunità scientifica.
Fondatrice di Genitore Informato e ideatrice del metodo Sonno Felice - certificata Sonno Sicuro e Primo Soccorso Pediatrico - supporta i genitori nel loro viaggio dal 2014.

Dott. Severino Cirillo

Laureato in Community Health, è il CEO di Genitore Informato e si occupa di validare l'informazione scientifica del blog e coordinare il team di esperti della redazione, composto da ginecologi, ostetriche, psicoterapeuti e altre figure del benessere e della salute in gravidanza, perinatale e genitoriale.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}