fbpx

Transaminasi Alte In Gravidanza: Quali i Valori Normali?

di Severino Cirillo, Giugno 22, 2024

Ti stai chiedendo se hai le transaminasi alte in gravidanza?

Questa è una condizione che può anche essere rischiosa e in questo articolo parliamo di cosa fa alzare le transaminasi in gravidanza, cosa fare per abbassarle, quando le transaminasi sono preoccupanti.

Inoltre, parleremo di come capire se si ha la colestasi gravidica e quanto tempo ci vuole per abbassarle.

Cosa significa avere le transaminasi alte in gravidanza?

Le transaminasi sono enzimi presenti nel fegato che hanno un ruolo cruciale nel metabolismo delle proteine.

Quando i valori di queste sostanze nel sangue sono più alti del normale, parliamo di transaminasi alte o aminotransferasi.

Durante la gravidanza, un aumento nel livello di questi enzimi può essere un indicatore di stress o danno al fegato.

Potrebbero anche verificarsi condizioni in cui si hanno acidi biliari alti in gravidanza.

Molte donne incinte possono notare un leggero aumento dei livelli di transaminasi, ma ciò non è necessariamente motivo di preoccupazione.

Però, un aumento significativo potrebbe essere un segnale di condizioni mediche più gravi, come l’epatite o la colestasi gravidica, per questo è importante fare attenzione e tenersi in contatto con il proprio medico.

transaminasi alte in gravidanza

Cosa fa alzare le transaminasi in gravidanza?

Diverse cause possono portare ad un aumento delle transaminasi. Queste includono:

  1. Colestasi gravidica: una condizione in cui il normale flusso di bile dal fegato è interrotto.
  2. Epatite virale: un’infiammazione del fegato causata da virus.
  3. Preeclampsia: una complicazione gravidica caratterizzata da alta pressione sanguigna e danni ad organi come il fegato.
  4. Sindrome HELLP: una complicanza rara della gravidanza che può causare problemi al fegato e ad altri organi.

Se da una parte un aumento dei livelli di transaminasi può non essere un problema grosso, è meglio tenerle sotto controllo e cercare di risolvere il prima possibile, quindi è importante che ne parli con il tuo ginecologo che può indicarti un piano d’azione.

Cosa fare per abbassare le transaminasi in gravidanza?

Mantenere uno stile di vita sano può aiutare a tenere sotto controllo i livelli di transaminasi.

Questo include una dieta equilibrata, evitare l’alcol (ricorda che non esiste livello sicuro di alcol in gravidanza) e l’uso di droghe, evitare possibilmente l’esposizione al virus dell’epatite e praticare esercizio fisico moderato.

Ulteriori interventi potranno essere decisi dal tuo ginecologo, in accordo con te, dopo una visita di persona.

Quando le transaminasi alte sono preoccupanti?

Un lieve aumento delle transaminasi non è generalmente grande motivo di preoccupazione.

Tuttavia, se i livelli sono significativamente elevati, o se si verificano sintomi come prurito, ingiallimento della pelle o degli occhi, urine scure o feci chiare, è importante rapidamente consultare un professionista sanitario.

Ecco una semplice tabella che mostra i valori normali e i valori considerati alti per le transaminasi (AST e ALT) durante la gravidanza:

TrasaminasiValori normali (U/L)Valori alti (U/L)
AST5-30> 40-50
ALT7-35> 40-50

Ricordiamoci che i valori “alti” sono approssimativi e possono variare anche da un laboratorio all’altro.

È importante consultare sempre il proprio medico per una valutazione accurata dei risultati dei test durante la gravidanza.

Ricorda sempre che un articolo online non può mai sostituire una diagnosi o una terapia di persona.

Spesso è anche difficile capire se la tua situazione è quella dell’articolo che stai leggendo, perché gli stessi sintomi possono avere sotto moltissime cause diverse. È qui che il medico fa davvero la differenza.

Quanto tempo ci vuole per far scendere le transaminasi alte in gravidanza?

Il tempo necessario per ridurre i livelli di transaminasi alte in gravidanza può variare a seconda della causa sottostante e del trattamento ricevuto.

In molti casi, con il giusto trattamento e un approccio di gestione attiva (per esempio con uno stile di vita e una dieta sana) i livelli di transaminasi possono tornare alla normalità in poche settimane o mesi.

Come capire se si ha la colestasi gravidica?

La colestasi gravidica è una condizione che può causare l’aumento delle transaminasi.

I sintomi includono prurito intenso, specialmente sulle mani e sui piedi, urine scure e perdita di appetito.

Se si sospetta di avere la colestasi gravidica, è importante consultare un medico.

Il test delle transaminasi, insieme ad altri test, possono aiutare a diagnosticare la condizione.

Il nostro corso preparto.

Noi di Genitore Informato offriamo un corso preparto completo che copre tutto ciò che devi sapere per affrontare al meglio la preparazione al parto e al post-parto. Il nostro corso è progettato per aiutarti a navigare nei vari aspetti della gravidanza, preparandoti per una maternità sicura e informata.

Inoltre, offriamo consulenze personalizzate per affrontare problemi di gestione col tuo bambino o per aiutarti ad affrontare il periodo della gravidanza.

La gravidanza può essere un periodo di grandi cambiamenti ed emozioni, ma con le giuste informazioni e supporto, può essere un’esperienza incredibilmente gratificante. Noi di Genitore Informato siamo qui per aiutarti a fare proprio questo – a diventare un genitore informato e preparato.

Fonti

Ushida T, Kotani T, Kinoshita F, Imai K, Nakano-Kobayashi T, Nakamura N, Moriyama Y, Yoshida S, Yamashita M, Kajiyama H. Liver transaminase levels during pregnancy: a Japanese multicenter study. J Matern Fetal Neonatal Med. 2022 Dec;35(25):5761-5767. doi: 10.1080/14767058.2021.1892633. Epub 2021 Feb 28. PMID: 33645409.

Dott.ssa Claudia Denti

Esperta di Educazione, Sonno e Gestione del bambino. Laureata in Scienze dell'Educazione e Formazione, si occupa di aiutare i genitori a crescere bambini sani e felici secondo principi validati dalla comunità scientifica. Fondatrice di Genitore Informato e ideatrice del metodo Sonno Felice - certificata Sonno Sicuro e Primo Soccorso Pediatrico - supporta i genitori nel loro viaggio dal 2014.

Dott. Severino Cirillo

Esperto di Salute, Benessere ed Educazione. Laureato in Community Health, è il CEO di Genitore Informato e si occupa di validare l'informazione scientifica del blog e coordinare il team di esperti della redazione, composto da ginecologi, ostetriche, psicoterapeuti e altre figure del benessere e della salute in gravidanza, perinatale e genitoriale.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}