fbpx

Per verificare lo stato di salute di un bambino durante la gestazione esistono una serie di esami da effettuare, tra i quali rientra il test prenatale della traslucenza nucale, utile a verificare la presenza di malformazioni fetali o malattie cromosomiche.

Vediamo insieme cosa si intende per traslucenza nucale, quando fare il Bitest, costo dell’esame, tempistiche e come viene effettuato.

Che cos’è la traslucenza?

La traslucenza nucale è un rilievo ecografico.
L’esame serve per verificare la presenza di malattie cromosomiche o malformazioni fetali e in genere viene sempre accompagnato da un prelievo del sangue; proprio per questo motivo prende il nome di Bitest, Test Combinato o Duo Test.

Le malattie cromosomiche possono comparire dopo l’esame della traslucenza nucale che ha un’affidabilità del 95% così come le malformazioni intese intese come errori di “montaggio” degli organi.

In linea generale sia le malattie cromosomiche che le malformazioni sono più probabili quando la gestante ha un’età superiore ai 35 anni ma non è detto che queste non possano comparire anche prima, soprattutto se fanno parte del corredo genetico della mamma o del papà.

Come si effettua l’esame della traslucenza nucale?

La traslucenza nucale è un’ecografia esterna che risulta innocua per il nascituro e consiste nell’analisi dell’area che si trova dietro il collo del feto con uno speciale apparecchio a ultrasuoni.

Il momento migliore per sottoporsi a questo esame è tra la undicesima e la quattordicesima settimana di gravidanza, periodo nel quale il livello di crescita è giusto per individuare eventuali malformazioni o anomalie.

L’esame può essere effettuato anche dopo la quattordicesima settimana, ma mai prima dell’undicesima perché i parametri potrebbero risultare sballati dal momento in cui la crescita del feto non è ancora arrivata al momento giusto per l’individuazioni di problematiche varie.

Traslucenza nucale

Quanto deve essere la misura della traslucenza nucale?

Il test della traslucenza nucale si concretizza con l’analisi dei risultati che devono essere letti dal ginecologo.

Vediamo insieme la traslucenza nucale: parametri di riferimento.

Come per ogni altro test prenatale, anche la traslucenza nucale ha dei parametri di riferimento che servono come indicazione di base per l’individuazione di eventuali patologie.
I valori normali sono compresi in un range che parte dai 2 millimetri fino a 2,5 millimetri.
Questo valore è il rapporto tra la distanza esistente tra la colonna vertebrale e la cute del feto (rapporto che prende il nome di Crown-rump Lenght abbreviato CRL).

Un risultato compreso in questo range scongiura il rischio di malformazioni o anomalie, un valore superiore a 2,5 millimetri potrebbe invece indicarne la presenza.

È importante però ricordare che i parametri indicati sono delle stime e come tali permettono di evidenziare probabilità di rischio ma non devono creare preoccupazioni ai genitori.

Nel caso in cui il risultato traslucenza nucale sia maggiore di 2,5 il consiglio è quello di chiedere al ginecologo pareri e consigli su altri esami di approfondimento da fare (è comunque molto utile combinare il prelievo del sangue con la traslucenza nucale per un risultato più certo).

Quando fare traslucenza nucale e Bitest?

Come scritto nelle righe precedenti la misura della traslucenza nucale e il bitest vanno fatti in un periodo di gestazione preciso compreso tra la undicesima settimana e 0 giorni e la tredicesima settimana e sei giorni.

È importante eseguire la traslucenza nucale e il Bitest per fare in modo di avere dei risultati più precisi e dettagliati. Il solo prelievo del sangue non è infatti sufficiente se non accompagnato dall’ecografia specifica (la traslucenza nucale) e viceversa.

I due esami vanno eseguiti a distanza di circa dieci giorni uno dall’altro; prima il Bitest con prelievo del sangue e dopo una decina di giorni l’ecografia transnucale.

Essendo esami non invasivi è importante effettuarli senza remore o timori, soprattutto se i genitori hanno intenzione di interrompere la gravidanza in caso di anomalie del feto.

Traslucenza nucale

Quanto costa la traslucenza nucale?

L’esame della traslucenza nucale è offerto dal Sistema Sanitario Nazionale per le donne che si trovano in determinate condizioni e per quelle che hanno superato i 35 anni di età.

Nel caso in cui non sia possibile ottenere una esenzione totale, se il test viene effettuato in una struttura pubblica il costo è quello del ticket di circa 60 euro.
Nel caso in cui si voglia effettuare il test presso un centro privato il costo varia a seconda della struttura e del tipo di esame richiesto.

È infatti possibile richiedere vari tipi di prestazione che hanno ovviamente dei costi crescenti a seconda del numero dei risultati ottenibili.
Nelle strutture può essere richiesta solo la misura della traslucenza oppure la misura della traslucenza più Bitest.

È inoltre possibile richiedere la misura della traslucenza più marcatori di secondo livello e Bitest e aggiungere anche lo studio morfologico fetale completo.

Quanto dura la traslucenza nucale?

Il test prenatale della traslucenza nucale ha una durata variabile compresa tra i trenta e i quarantacinque minuti.

È possibile che questo tempo si allunghi nel caso in cui il tecnico abbia bisogno di procedere a rilevare ulteriori misurazioni.

Questo avviene in genere se il feto si trova in una posizione contorta o se i risultati ottenuti sono di difficile interpretazione per via del continuo movimento fetale.

Come viene fatta la traslucenza nucale?

L’esame della traslucenza nucale non è invasivo e si svolge presso l’ambulatorio del ginecologo senza il bisogno di ricovero ospedaliero.

L’indagine viene fatta come una semplice ecografia esterna addominale dove vengono usati ultrasuoni per individuare i parametri.

Per fare in modo che il test dia un risultato attendibile è importante che il feto non si muova in maniera eccessiva; proprio per questo motivo è consigliabile non assumere zuccheri o mangiare caramelle prima del test e di scegliere un orario dove il feto è tranquillo.

Se vuoi ricevere informazioni sulla gravidanza e più in generale sul meraviglioso mondo dei bambini e dei genitori, iscriviti al form qui sotto, ogni settimana ti invieremo mail con contenuti esclusivi.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}
>